ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ipospadia

Ipospadia è l'apertura dell'orifizio uretrale in posizione anomala. I problemi posti da questa anomalia variano a seconda del grado della malformazione genitale. I consigli del chirurgo.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

E' stato riscontrato che mio figlio Vincenzo, di 17 mesi, ha un foro sulla parte posteriore del pene e da quel foro avviene l'espulsione dell'urina. Si deve operare? A che età? Che tipo di intervento deve subire?

L'apertura dell'orifizio uretrale in posizione anomala viene definita con il termine medico di ipospadia. L'uretra può aprirsi in un qualsiasi punto compreso tra il glande ed il perineo (l'area che si trova tra lo scroto e l'ano): si passa da forme molto frequenti in cui l'uretra sbocca pochi millimetri sotto l'apice del glande, a forme in cui lo sbocco avviene lungo la faccia ventrale (cioè che guarda verso il basso) del pene, a forme rare che presentano un meato (cioè un'apertura) uretrale situato nello scroto oppure nel perineo.

L'ipospadia può associarsi ad un incurvamento verso il basso del pene. I problemi posti da questa anomalia variano grandemente a seconda del grado della malformazione genitale: si va da problemi estetici, spesso con difficoltà di ordine psicologico, legati alla vita di relazione del bambino che si sente diverso rispetto ai coetanei, fino ad arrivare a vere e proprie limitazioni funzionali con impossibilità ad avere rapporti sessuali in età adulta in quelle forme che si associano ad un'incurvatura del pene.

Per l'intervento chirurgico vengono seguite tecniche di microchirurgia o, quanto meno, vengono usati degli occhiali di ingrandimento per ridurre l'incidenza di complicanze. Durante l'intervento vengono adoperati fili di sutura riassorbibili di calibro estremamente sottile. L'operazione chirurgica viene solitamente programmata tra il secondo ed il terzo (massimo quarto) anno di vita. Per le forme più lievi (che sono anche quelle più frequenti poiché rappresentano l'85-90% dei casi) gli interventi di correzione sono abbastanza semplici. Le forme più gravi possono richiedere operazioni piuttosto complesse, spesso attraverso la trasposizione di lembi di cute dalla parte dorsale del pene oppure il prelievo di lembi di mucosa da altre zone del corpo come la mucosa orale o quella vescicale.

Dopo l'intervento chirurgico vengono frequentemente posizionati cateteri vescicali allo scopo di non lasciare in contatto l'urina con i tessuti operati. Il periodo di degenza varia da pochi giorni nelle forme più lievi ad alcune settimane nelle forme più complesse. Le complicanze variano a seconda, ovviamente, della gravità della malformazione, ma anche dell'esperienza e dell'abilità del chirurgo. Sono rappresentate da fistole, cioè da comunicazioni anomale tra l'uretra ricostruita e la cute, oppure da stenosi, cioè da restringimenti del canale uretrale; quando compaiono richiedono una nuova operazione. L'intervento chirurgico permette comunque un recupero completo sia sotto l'aspetto funzionale che sotto l'aspetto estetico.

1/12/1997

10/12/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ipospadia"

Ipospadia pediatrica: cause e intervento
L'ipospadia è una malformazione congenita pediatrica dovuta a un anomalo sviluppo dell'uretra e del pene. Le cause non sono note. E' necessario l'intervento.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Le cause della tosse
Solitamente la tosse è dovuta a un'infezione, per lo più virale, in genere destinata a risolversi spontaneamente.
Nausea e vomito in gravidanza
La nausea accompagnata da conati di vomito o, più raramente, da vomito vero e proprio, è spesso il primo segno della gravidanza.
Brainstorming in famiglia
Il brainstorming è un modo intelligente e originale per stare insieme e trovare nuove idee e soluzioni.
Cammina spesso sulla punta dei piedi
Camminare in punta di piedi è da considerarsi normale nel periodo che va da uno a due anni compiuti.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita