ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

L'antibiotico non ha funzionato

L'antibiotico non ha funzionato. Quali sono le possibili spiegazioni?

Sono un papà di una bambina di 1 anno di circa 10 Kg, cui è stata diagnosticata una infezione alle vie urinarie. Nel primo esame effettuato era presente il germe Proteus mirabilis, con carica batterica totale di 200.000 colonie/cc. La bambina è stata sottoposta ad una cura di 5 iniezioni di antibiotico. Dopo 15 giorni l'esame è stato ripetuto, ma il germe era ancora presente, con carica batterica di 500.000 colonie/cc. Da quello che capisco, scusate la mia incompetenza, le iniezioni non sono servite a nulla.

Ha perfettamente ragione. Lo stesso germe è risultato presente, in quantità abbondante, anche nell'esame di controllo: ciò significa che l'antibiotico non ha ottenuto l'eradicazione (cioè la pulizia completa dal microbo). Le possibili spiegazioni sono:

  • la terapia non è stata assunta (cosa qui impossibile, visto che erano iniezioni)
  • la dose era insufficiente il germe era resistente al tipo di antibiotico impiegato.

Quest'ultima evenienza è la più probabile: in generale non possiamo mai essere sicuri dell'efficacia di un antibiotico, in quanto esiste sempre la possibilità di essere di fronte ad un germe che non risponde. Non esiste un antibiotico "buono per tutto", cioe' sicuramente attivo contro tutte le specie microbiche.

Il sistema per sapere che farmaco usare è in questo caso l'antibiogramma: insieme alla urinocoltura, il laboratorio deve provare l'efficacia sul microbo isolato di una serie di antibiotici di uso comune. In questo modo, il Pediatra ha la possibilità di scegliere quello che mostra la maggiore efficacia. Nel suo caso, ad ogni modo, la terapia va ripetuta con un altro antibiotico.

1/1/1997

29/7/2017

I commenti dei lettori

Mio figlio ha già fatto 2 cicli di antibiotico per lo streptococco, ma gli esami del sangue rilevano valori ancora molto superiori alla norma (sono stati fatti verso la fine del secondo ciclo), com'è possibile?

NicoleB. (FC) 14/03/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "L'antibiotico non ha funzionato"

Troppi antibiotici?
L'uso dei comuni antibiotici ad ampio spettro di prima scelta anche prolungato o ripetuto frequentemente, normalmente non comporta problemi.
Lidocaina e solvente dell'antibiotico
L'idocaina è un anestetico locale ampiamente usato per le iniezioni intramuscolari di vari tipi di antibiotici.
Dare spesso l'antibiotico
Una mamma scrive di avere paura di avere usato troppo spesso l'antibiotico. Cosa consiglia il pediatra.
Tonsilliti
In tre mesi ha già avuto quattro tonsilliti. È consigliabile l'intervento chirurgico? La prevenzione consiste nel somministrare antibiotici di copertura.
Eczema atopico infetto
L'eczema atopico infetto non è una malattia contagiosa. E' una complicazione della dermatite atopica. Le cure e la terapia.
Otiti ricorrenti
Le otiti sono infezioni acute dell'orecchio che possono essere ricorrenti nei bambini piccoli.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Diabete in gravidanza
In gravidanza vanno distinti due diversi tipi di diabete: quello preesistente e quello gestazionale.
Seno ingrossato nel neonato
È normale che il neonato abbia il seno ingrossato. Si tratta della crisi genitale, un fenomeno ormonale che passerà da solo.
Una febbre ricorrente senza spiegazione
Gli esami sono tutti negativi, ma io sono preoccupato.
Ha quasi un mese, ma non gli è ancora caduto il moncone ombelicale
La caduta del moncone ombelicale: ad un mese di vita, se non fosse già caduto, va reciso chirurgicamente.
Le sono già comparse le smagliature sul seno
Il seno si è riempito di smagliature ancora rosse, posso fare qualcosa di più efficace? I consigli del dermatologo.

Quiz della settimana

Per quanto tempo si può conservare in frigorifero il latte materno, senza perdere nessuna delle sue molteplici proprietà?
meno di 12 ore
non piu di 24 ore
36 ore
oltre le 48 ore