ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Cellulite periorbitale

A mio figlio è stata diagnosticata una cellulite periorbitale che rischiava di diventare una cellulite orbitale. Come può una congiuntivite aggravarsi nel giro di poche ore.

a cura di: Dott. Gabriele Floria (odontoiatra, protesista dentale e specialista in ortognatodonzia)

A mio figlio di tre anni è stata diagnosticata una cellulite periorbitale (N.d.R.: infiammazione acuta diffusa dei tessuti intorno all'occhio) che rischiava di diventare una cellulite orbitale. Vorrei sapere come si prende questa infezione e quali sono i rischi e le conseguenze reali. Mi è stato detto che il rischio principale nella cellulite orbitale è che l'infezione vada a contatto con il sistema nervoso. In questo caso cosa succede? Per fortuna, l'infezione è già del tutto sparita ma mi incuriosisce come una cosa, che è nata come una congiuntivite, può aggravarsi tanto nel giro di poche ore.

La cellulite, nelle forme presettale e orbitaria, è spesso più grave nei bambini che negli adulti. La cellulite presettale è un processo infiammatorio che coinvolge i tessuti anteriori al setto orbitale. L'infezione può essere secondaria ad un trauma, ad un'infezione cutanea o derivare da una disseminazione da strutture contigue. Si può avere: edema palpebrale, cute periorbitaria dura e infiammata, a volte proptosi (N.d.R.: spostamento in avanti del globo oculare) ma non vi è coinvolgimento del globo.

La diagnosi differenziale con la cellulite orbitaria è data dalla permanenza, nella forma presettale, di una motilità oculare normale e dall'assenza di dolore ai movimenti dell'occhio. Nei casi più gravi si può giungere anche a necrosi dei tessuti coinvolti. Gli agenti eziologici frequentemente responsabili della cellulite presettale sono lo staphylococcus aureus e lo streptococcus pneumoniae. L'haemophilus influenzae è causa di un pattern (N.d.R.: in italiano significa quadro) distinto di cellulite presettale: vi è una colorazione rosso-porpora nettamente demarcata, edema delle palpebre inferiori e superiori che si può estendere fino al collo, chemosi (N.d.R.: rigonfiamento della congiuntiva attorno alla cornea), iperemia papillare congiuntivale, haze (N.d.R.: opacità) corneale e secrezione mucopurulenta. Si può associare un'infiammazione secondaria dell'orbita. La terapia è antibiotica mirata.

18/9/2002

8/6/2015

I commenti dei lettori

Oggi mia figlia di 6anni si è' svegliata con un occhio completamente gonfio l'ho portata dalla pediatra e mi ha detto che potrebbe essere stato un insetto o una cellulite orbitale e mi sono spaventata molto perché' non conoscevo questa malattia,mi ha dato una crema da mettere e mi ha detto che se il gonfiore non passava avrei dovuto portarla al pronto soccorso.Dopo aver messo la crema l'occhio si notevolmente sgonfiato secondo lei devo comunque portarla da un oculista? Grazie alessia

Alessia (RM) 18/10/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Cellulite periorbitale"

Dieci domande sulla miopia nei bambini
Le risposte ai dubbi e alle curiosità sulla miopia nei bambini.
Una palpebra che non si chiude
L'inocclusione palpebrale in un bambino non è mai grave.
Ipermetropia e strabismo nel bambino
Che legame esiste tra ipermetropia e strabismo? I consigli dell'oculista.
Non ha il riflesso rosso
L'esame del riflesso rosso nei neonati si esegue con l'oftalmoscopio, lo strumento che permette all'oculista di esaminare la retina ed il fondo dell'occhio.
Opacità del cristallino
L'opacità dipende dal mancato riassorbimento di alcune strutture che fungono da "impalcatura" per lo sviluppo del segmento anteriore dell'occhio.
Occhiali nell'ipermetropia
L'ipermetropia è un difetto della vista da correggere sempre con gli occhiali? I consigli dell'oculista.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Misurare la temperatura basale per individuare il periodo fertile
La rilevazione della temperatura basale serve per individuare il momento dell'ovulazione e quindi stabilire il periodo fertile.
Pronazione dolorosa del radio
Ha già subito due pronazioni dolorose. La patologia si risolve spontaneamente entro i 4 anni di vita.
Raccomandazioni utili sull'alimentazione del neonato e del bambino
I consigli utili relativi all'allattamento del neonato e del bambino dopo i 6 mesi.
Craniostenosi
Con il termine di craniostenosi si intende una malformazione del cranio dovuta ad un’alterazione dell'ossificazione.
I disturbi del sonno
I disturbi del sonno: quando il bambino ha paura di addormentarsi da solo.

Quiz della settimana

Quale fra le seguenti affermazioni sulle caratteristiche del latte materno è più corretta?
Il latte materno ha caratteristiche nutritive che variano durante le varie ore della giornata
Il latte materno normalmente non ha necessità di essere analizzato in laboratorio
Il latte materno ha una composizione che varia durante la poppata
Tutte le precedenti risposte sono esatte