ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

La faccia dell'allergico

Vi sono alcuni aspetti del viso, della pelle e della storia clinica di un bambino, che fanno sospettare al pediatra la possibile presenza di "costituzione atopica".

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Si può riconoscere dall'aspetto un bambino allergico? Premetto che io e mia moglie non siamo allergici, e non lo sono nemmeno i componenti delle nostre famiglie. Detto questo, si può riconoscere se una bambina è un soggetto a rischio allergie solo dai tratti somatici? Vi chiedo questo perché un pediatra, appena ha visto mia figlia, ha detto che era a rischio deducendolo dai tratti somatici.

Vi sono alcuni aspetti del viso, della pelle e della storia clinica di un bambino, che fanno sospettare al pediatra la possibile presenza di "costituzione atopica". Tale termine si usa per definire la predisposizione a contrarre un'allergia, determinata da un difettoso funzionamento del sistema immunitario.

Uno dei segni più evidenti è rappresentato dall'"occhio pesto allergico": esso è caratterizzato dalla presenza di colorito violaceo della regione cutanea sotto-orbitaria, dovuto al maggiore ristagno di sangue venoso in questa zona. Altro segno importante sono le pliche di Dennie-Morgan, particolari pliche cutanee poste nella regione periorbitaria in prossimità della radice nasale.

Tipico è anche il "gesto del saluto allergico", un movimento ripetuto della mano verso la punta del naso, determinato dal prurito nasale indotto da una rinite allergica.

La pelle è un altro organo che frequentemente è colpito da fenomeni allergici. La presenza di lesioni, caratterizzate da cute desquamata e secca, in sedi specifiche come le pieghe flessorie degli arti, la regione retro-auricolare o le guance, rappresenta un altro fattore distintivo della "costituzione atopica".

Il termine che si utilizza per definire la presenza contemporanea di tutti questi segni è facies atopica. Questo aspetto caratteristico del viso è il fattore che probabilmente ha indotto il pediatra a sospettare l'allergia nella vostra bambina.

Il fatto che in famiglia non sono presenti soggetti allergici è un evento poco importante: la maggior parte dei bambini allergici nasce da genitori sani e spesso negli altri familiari l'allergia, pur presente, non è mai stata diagnosticata, come capita spesso per i nonni.

6/3/2002

16/5/2014

I commenti dei lettori

mio figlio quasi 3 anni soffre di tt questi sintomi pallido ecc e allergico agli acari ha sempre lesioni sul corpo molto pruriginose che nn passano mai ormai da mesi in estate e stato morso da zanzare e pulci,sono disperata ma ora forse ho capito che cos ha .....lucia 85

lucia (CS) 30/12/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La faccia dell'allergico"

Allergia al nichel
Ci sono dei tessuti che contengono nichel, quali prodotti usare per la pulizia del bambino? Il comportamento corretto da adottare.
Tacrolimus: un nuovo farmaco per la dermatite atopica
Il Tacrolimus si può usare per la terapia della dermatite atopica, ma solo al di sopra dei due anni di età.
Le cure termali nella dermatite atopica
Le cure termali sono utili nella dermatite atopica, in quanto migliorano le lesioni della pelle.
Dermatite atopica dall'eta' di tre mesi
La Dermatite Atopica, soprattutto se associata a ripetuti episodi di bronchite asmatica, rappresenta uno dei fattori di rischio per lo sviluppo di asma.
Dermatite atopica
La dermatite atopica è una malattia cronica della pelle dei bambini, il cui sintomo più costante e fastidioso è il prurito.
Eczema sui gomiti
Da circa un anno che a mio figlio di sei anni sono comparsi degli eczemi sui gomiti. E' necessaria una visita da un dermatologo che imposterà una terapia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cortisone per la febbre
La cura deve essere proporzionata al disturbo. Per abbassare la febbre, normalmente, il farmaco di prima scelta è il paracetamolo.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte