ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

La faccia dell'allergico

Vi sono alcuni aspetti del viso, della pelle e della storia clinica di un bambino, che fanno sospettare al pediatra la possibile presenza di "costituzione atopica".

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Si può riconoscere dall'aspetto un bambino allergico? Premetto che io e mia moglie non siamo allergici, e non lo sono nemmeno i componenti delle nostre famiglie. Detto questo, si può riconoscere se una bambina è un soggetto a rischio allergie solo dai tratti somatici? Vi chiedo questo perché un pediatra, appena ha visto mia figlia, ha detto che era a rischio deducendolo dai tratti somatici.

Vi sono alcuni aspetti del viso, della pelle e della storia clinica di un bambino, che fanno sospettare al pediatra la possibile presenza di "costituzione atopica". Tale termine si usa per definire la predisposizione a contrarre un'allergia, determinata da un difettoso funzionamento del sistema immunitario.

Uno dei segni più evidenti è rappresentato dall'"occhio pesto allergico": esso è caratterizzato dalla presenza di colorito violaceo della regione cutanea sotto-orbitaria, dovuto al maggiore ristagno di sangue venoso in questa zona. Altro segno importante sono le pliche di Dennie-Morgan, particolari pliche cutanee poste nella regione periorbitaria in prossimità della radice nasale.

Tipico è anche il "gesto del saluto allergico", un movimento ripetuto della mano verso la punta del naso, determinato dal prurito nasale indotto da una rinite allergica.

La pelle è un altro organo che frequentemente è colpito da fenomeni allergici. La presenza di lesioni, caratterizzate da cute desquamata e secca, in sedi specifiche come le pieghe flessorie degli arti, la regione retro-auricolare o le guance, rappresenta un altro fattore distintivo della "costituzione atopica".

Il termine che si utilizza per definire la presenza contemporanea di tutti questi segni è facies atopica. Questo aspetto caratteristico del viso è il fattore che probabilmente ha indotto il pediatra a sospettare l'allergia nella vostra bambina.

Il fatto che in famiglia non sono presenti soggetti allergici è un evento poco importante: la maggior parte dei bambini allergici nasce da genitori sani e spesso negli altri familiari l'allergia, pur presente, non è mai stata diagnosticata, come capita spesso per i nonni.

6/3/2002

16/5/2014

I commenti dei lettori

mio figlio quasi 3 anni soffre di tt questi sintomi pallido ecc e allergico agli acari ha sempre lesioni sul corpo molto pruriginose che nn passano mai ormai da mesi in estate e stato morso da zanzare e pulci,sono disperata ma ora forse ho capito che cos ha .....lucia 85

lucia (CS) 30/12/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La faccia dell'allergico"

La lingua a carta geografica
La lingua "a carta geografica" è spesso messa in relazione con l'allergia alimentare, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un fenomeno costituzionale.
Allergia alle muffe
Che cosa sono le muffe, dove si trovano e come comportarsi quando si è allergici alle muffe.
E' allergica al latte vaccino
Può esserci una relazione tra l'assunzione di latticini tramite latte materno e il continuo rifiuto delle pappe? I consigli dell'allergologo.
Svezzamento in un bambino allergico
Quali suggerimenti per lo svezzamento di un bambino allergico? I consigli del Pediatra.
Eczema e allergie: consigli pratici
Il bambino affetto da eczema e allergie richiede particolare attenzione nell'igiene personale, nell'abbigliamento e nell'arredo della cameretta.
Dermatite atopica e asma bronchiale e allergica
E' allergico alle graminacee e soffre di asma allergica. Potrebbe migliorare crescendo? I consigli dell'allergologo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Difficoltà respiratoria in gravidanza
In gravidanza, qualsiasi sforzo fisico risulta talmente affaticante da provocare una certa difficoltà respiratoria.
In vacanze con i bambini
I bambini si adattano bene all'ambiente della vacanza. Qualche piccolo consiglio per rendere gradita la vacanza.
Le cause del raffreddore
Il comune raffreddore è causato da virus che colpiscono le vie respiratorie superiori e determinano un'infiammazione della mucosa nasale.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.
Come alleviare i fastidi causati dal raffreddore
Il bambino piccolo soffrono particolarmente di raffreddore per via della ostruzione delle vie nasali. I consigli su come alleviare i fastidi.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita