ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sindattilia: le dita della mano sono attaccate

La sindattilia è l'anomalia congenita più frequente della mano (1:2.500 nati viti) e colpisce per lo più il sesso maschile.

a cura di: Dott. Sergio Monforte (ortopedico)

 Il mio bimbo di due anni presenta dalla nascita il medio e l'anulare della mano sinistra attaccati dalla pelle; le ossa non sono interessate. A che età è meglio intervenire? E l'operazione come si svolge?

La sindattilia è l'anomalia congenita più frequente della mano (1:2.500 nati viti) e colpisce per lo più il sesso maschile. La forma più frequente è la sindattilia semplice tra il 3° e 4° raggio bilaterale (nel 50% dei casi). Causata da uno sviluppo embrionario incompleto durante la 6° - 8° settimana gestazionale, ha una certa ereditarietà familiare (40% dei casi) e può essere associata ad altre anomalie congenite presenti in altri organi (forme sindromiche) o in forma isolata (idiopatica). La forma idiopatica può a sua volta essere formata da una semplice "tenda" cutanea o da una alterazione cutanea associata a fusioni ossee e vascolo-nervose (forma complicata).

La correzione chirurgica della sindattilia non è urgente ed il periodo migliore per intervenire è generalmente accettato dai vari autori dopo i due - tre anni di età in quanto sembra essere meno associata a complicanze post-operatorie. L'intervento chirurgico, nelle forme idiopatiche semplici (plastica cutanea), prevede la separazione della zona di sindattilia e la ricostruzione della commissura e dello spazio interdigitale mancante con varie tecniche di chirurgia plastica. Consiglio di rivolgersi a centri con chiara e documentata esperienza in microchirurgia della mano in quanto l'intervento, anche nelle cosiddette forme semplici, prevede una competenza specifica in ambito plastico-ricostruttivo. I risultati a distanza della chirurgia ricostruttiva sono ottimi con completo ripristino della funzionalità delle dita (equiparabile, nei casi monolaterale, all'arto controlaterale), soprattutto per le forme idiopatiche semplici.

19/2/2004

17/4/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sindattilia: le dita della mano sono attaccate"

Sindattilia
La sindattilia (la fusione congenita di dita della mano o, più raramente, del piede) è una delle malformazioni congenite più frequenti.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte