ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Latte anti rigurgito

Ci hanno consigliato un latte per alleviare il rigurgito, ma la presenza di farina di semi di carruba nel latte sarebbe da ostacolo all'assorbimento del calcio. Cosa ci consigliate?

a cura di: Dott. Roberto Bussi (pediatra)

Attualmente per alleviare un reflusso esofageo medio di nostra figlia (età due mesi) dietro consiglio del pediatra stiamo allattando la piccola con del latte AR (per l'esattezza Mellin AR1). Nel descrivere la cosa ad una mamma di una bambina con lo stesso problema ci ha esortati a non usare il latte AR in quanto la presenza di farina di semi di carruba sarebbe da ostacolo all'assorbimento del calcio. Cosa ci consigliate?

Il Reflusso gastroesofageo (GER) è un fenomeno molto comune in età infantile e va distinto dalla cosiddetta malattia da Reflusso gastroesogageo (GERD) nella quale il rigurgito si accompagna a sintomi. Per questo argomento specifico la invito a cercare, sempre sul nostro sito Mamma e Papà, la voce “reflusso gastroesofageo”

Nella sua domanda non è però specificato se la diagnosi è stata fatta con accertamenti, perché a questa età il reflusso o meglio ancora frequenti rigurgiti sono comuni; infatti il reflusso è dovuto ad un anomalo controllo della parte terminale dell’esofago che con un meccanismo a valvola, controlla il tono e la pressione impedendo il reflusso (possiamo infatti stare a testa in giù senza che il cibo dallo stomaco passi nell’esofago).

Questa “valvola” non funziona fin dalla nascita poiché nei primi mesi di vita non sono presenti ancora quelle condizioni anatomiche e funzionali, per cui il GER è da considerarsi assolutamente fisiologico. Infatti di solito per quanti rigurgiti il lattantino faccia, continua a crescere bene e non presenta segni di disturbi collegati al reflusso acido e nel tempo il disturbo si attenua e scompare.

Penso che questo sia il concetto principale, per cui non sono necessari interventi. Infatti anche i latti cosiddetti antirigurgito sono indicati “in caso di patologia del giunto gastro-esofageo“ come riportato nella etichetta del latte stesso.

Riguardo la domanda se gli ispessenti aggiunti al latte possono ridurre l’assorbimento del calcio devo dire che, in caso di problema di reflusso, sono consigliati dall’ESPGHAN (European Society for Pediatrics Gastroenterology, Hepatology and Nutrition), e gli studi attuali non riportano variazioni dell’assorbimento dei Sali e delle sostanze più comuni dopo un loro prolungato uso.

Sempre la Società di Gastroenterologia infantile propone, in caso di patologia, una postura particolare: bambino prono con il capo sollevato rispetto al lettino di 30°. Tale postura contrasta però con quanto consigliato per la prevenzione della SIDS, sindrome della morte improvvisa, e secondo il protocollo stesso il rischio è superiore al problema che si vuole risolvere.

Concludendo e cercando di rispondere il più adeguatamente possibile alla sua domanda, valuti se i rigurgiti della bambina sono tali da interferire con il suo benessere e se tale disturbo tende a diminuire nel tempo. Se così fosse non sembra indicato alcun intervento.

5/4/2011

2/11/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Latte anti rigurgito"

Reflusso gastro-esofageo e asma
La prevalenza di RGE in pazienti con asma varia dal 30% all’89% e circa il 40% di bambini con reflusso gastro-esofageo avrebbe sintomi simil-asmatici.
Bruciore di stomaco in gravidanza
Avvertire sensazione di bruciore di stomaco dopo aver mangiato è normale per molte donne in gravidanza.
Un rigurgito strano
Alla base di questo rigurgito può essere semplicemente la posizione sdraiata.
Reflusso gastro-esofageo
Per "reflusso gastro-esofageo (RGE)", si intende la risalita del contenuto acido dello stomaco in esofago.
Ph-metria
La ph-metria (ovvero la ph-manometria/24h) è un esame diagnostico che serve a valutare il grado di acidità nell'esofago.
Sindrome di West
La sindrome di West è una malattia epilettica con esordio nel 1° anno di vita, caratterizzata dalla presenza di spasmi epilettici.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Abbiamo adottato nostra figlia a pochi giorni dalla nascita
Abbiamo adottato nostra figlia a pochi giorni dalla nascita. I consigli di come dirle che stiamo aspettando un secondo bambino.
Leucociti nelle urine
I leucociti nelle urine significano quasi sempre infezione delle vie urinarie o genitale.
Una macchia rosa sul pannolino
Una macchia rosa sul pannolino. Non si tratta di patologia e non bisogna allarmarsi.
Citomegalovirus in gravidanza
Il Citomegalovirus è un virus della famiglia degli Herpes. In gravidanza, il Citomegalovirus può causare parecchi problemi.
Congiuntivite virale
Da cosa è provocata la congiuntivite virale? Le precauzioni per evitare il contagio.

Quiz della settimana

Con che frequenza compaiono i cosiddetti "dolori di crescita" nei bambini sani?
2-3%
5-10%
10-20%
20-30%