ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Mastoidite

La mastoidite è l'infiammazione della mastoide, l'osso dietro l'orecchio, conseguente ad una otite media acuta.

a cura di: Dott. Roberto Bussi (pediatra)

Mio figlio di tre anni e mezzo ha avuto un attacco di otite, terza volta in un mese. Inoltre avevo appena finito di dargli l'antibiotico (per otto giorni). Il mio pediatra, rintracciato sul cellulare, prima mi ha tranquillizzato poi mi ha accennato alla mastoidite. Oggi andrò dall'otorino ma nel frattempo mi potete spiegare bene cosa è la mastoidite, quali sono i sintomi, le cure ed i rischi?

La mastoide è la regione ossea che si palpa facilmente dietro al padiglione auricolare. La mastoidite è l'infiammazione dell'apofisi mastoide sostenuta per lo più da infezioni batteriche, secondaria alla diffusione di pus all'antro ed alle cellule mastoidee. Di solito è preceduta da una infezione dell'orecchio medio di cui è una complicanza. È comunque una evenienza piuttosto rara soprattutto in relazione alla notevole frequenza di otiti medie acute presenti nell'infanzia, specie fra i tre ed i cinque anni. Oltre al persistere del sintomo dolore, localizzato tipicamente al di dietro dell'orecchio, è concomitante un malessere generale.

La regione della mastoide può diventare edematosa, arrossata e dolente alla pressione; l'edema può spingere in avanti il padiglione auricolare. La radiografia evidenzia una opacità della mastoide e, talvolta, una distruzione delle cellule mastoidee. La terapia è antibiotica per via endovenosa. Corretto è il ricovero per valutare la risposta alla terapia: in caso di insuccesso si rende necessario un eventuale intervento chirurgico di drenaggio del pus. Se vi è un versamento purulento nell'orecchio medio può essere necessaria anche una miringotomia (incisione della membrana timpanica per drenare la raccolta purulenta). I rischi sono intuibili anche se sono ancora più rari della mastoidite: la diffusione dell'infezione alle meningi (meningite, ascesso cerebrale), lesioni ossee nella regione della mastoide, eccezionalmente paralisi del nervo facciale o trombosi del seno laterale.

2/10/2002

16/3/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Mastoidite"

Otite dei bambini: sintomi e rimedi
L'otite nei bambini è una infiammazione dell'orecchio e del timpano. Cosa fare, rimedi naturali e antibiotico per evitare complicazioni e infezioni.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Craniostenosi
Con il termine di craniostenosi si intende una malformazione del cranio dovuta ad un’alterazione dell'ossificazione.
I disturbi del sonno
I disturbi del sonno: quando il bambino ha paura di addormentarsi da solo.
Sottopeso
Mia figlia di 15 mesi mangia regolarmente, è una bambina molto attiva, ma è sottopeso. La pediatra dice che l'importante che stia bene.
Giorni fertili: in quali giorni del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta?
In quali giorni fertili del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta. Come calcolare la data dell'ovulazione.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.

Quiz della settimana

Quale fra le seguenti affermazioni sulle caratteristiche del latte materno è più corretta?
Il latte materno ha caratteristiche nutritive che variano durante le varie ore della giornata
Il latte materno normalmente non ha necessità di essere analizzato in laboratorio
Il latte materno ha una composizione che varia durante la poppata
Tutte le precedenti risposte sono esatte