ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Megauretere e ipoplasia renale

Gli è stata diagnosticata una ipoplasia al rene sinistro. E' importante una valutazione globale, non solo "morfologica" prima di porre una definitiva indicazione chirurgica.

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Mio figlio ha sei mesi e da alcuni giorni gli è stata diagnosticata una ipoplasia (N.d.R.: sviluppo insufficiente di un organo per mancato accrescimento) al rene sinistro ed un megauretere (N.d.R.: dilatazione abnorme dell'uretere, il canale che porta l'urina dal rene alla vescica) destro senza reflusso, probabilmente dovuto ad un impedimento nel passaggio delle urine al suo interno. Da una scintigrafia è risultato che il rene ipoplasico non ha alcuna funzionalità. Il medico mi ha detto che si dovrà ricostruire chirurgicamente l'uretere destro ed asportare il rene ipoplasico. Sono molto preoccupato per la situazione nella quale si trova mio figlio. È davvero necessario asportare il rene che non funziona? È rischioso l'intervento? Come sarà il decorso post-operatorio?

Per potere rispondere a questo quesito clinico mancano sicuramente delle informazioni importanti ed essenziali per qualsiasi decisione terapeutica.

  • Ipoplasia renale: se si tratta di una "semplice" ipoplasia, ovvero di un rene congenitamente poco sviluppato e di dimensioni ridotte, in assenza di una displasia (N.d.R.: anomalia di sviluppo) e di un reflusso vescico-ureterale, non credo che via sia una indicazione assoluta (e soprattutto "urgente") ad un intervento di asportazione (nefro-ureterectomia). È possibile seguire conservativamente l'evoluzione del rene ipoplasico e non eseguire alcun intervento chirurgico
  • Megauretere non refluente: la presenza di una dilatazione (di che entità??) dell'uretere viene definita megauretere, ma per porre una indicazione chirurgica (reimpianto ureterale +/- associato ad un modellamento riduttivo) è necessario sapere se è veramente presente una ostruzione della giunzione vescico-ureterale, se è presente una riduzione della funzionalità renale (valutata scintigraficamente) ed infine se il megauretere è clinicamente sintomatico (associato ad infezione delle vie urinarie).

Molto frequentemente (e nella maggioranza dei casi) osserviamo delle dilatazioni ureterali congenite non ostruttive e non refluenti, che non richiedono un intervento chirurgico e che spontaneamente tendono a migliorare nei primi anni di vita. È quindi estremamente importante una valutazione globale, non solo "morfologica" prima di porre una definitiva indicazione chirurgica (specialmente in un lattante di sei mesi). Quando necessario, l'intervento correttivo richiede una degenza di circa 3-4 giorni ed è estremamente ben tollerato con una convalescenza assai rapida. È necessario un piccolo catetere (che gocciola nel pannolino) per i primi giorni dopo l'intervento, che viene rimosso successivamente ambulatoriamente. Per le prime 2-3 settimane post-operatorie è indicata una profilassi antibiotica protettiva.

29/1/2002

2/8/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Megauretere e ipoplasia renale"

Megauretere ostruttivo
Per megauretere ostruttivo si intende una ostruzione primitiva della giunzione vescico-ureterale.
Gli scappa sempre la pipì
A mio figlio di cinque anni scappa spesso la pipì. Questo problema si risolverà crescendo? Il consiglio dell'esperto.
Idronefrosi
L'idronefrosi congenita è una dilatazione del pelvi renale e dei calici renali dovuta ad una anomalia congenita della giunzione tra il rene e l'uretere.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento artificiale del neonato: dosi, orari e quantità
Allattamento artificiale del neonato: le schede della Associazione per la Ricerca in Pediatria.
Dermatite neonatale
Il neonato spesso va incontro ad eruzioni cutanee di diverso tipo assolutamente normali e innocue.
Si blocca quando viene richiamato dalle maestre
A scuola si blocca quando viene richiamato dalle maestre. A cosa è dovuta questa paura? I consigli per fargli superare questa fase.
Gemelli
Nei primi mesi della gravidanza capita a quasi ogni donna di farsi la domanda: e se i bambini fossero due gemelli.
La febbre alta nei bambini
Come affrontare la febbre alta in un bambino. I consigli del Pediatra.

Quiz della settimana

Da che cosa è provocato il singhiozzo?
Una contrazione della laringe
Una contrazione del muscolo diaframma
Cause sconosciute
Una contrazione della faringe