ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Nei

E' assolutamente normale che nell'età pediatrica i nei (o nevi) facciano la loro comparsa su tutto il corpo. Occorre considerare i cambiamenti di dimensione dei nei.

a cura di: Dott. Mario Cutrone (dermatologo)

Vorrei sapere perchè mio figlio, come molti altri probabilmente, è nato senza neanche un neo in tutto il corpo (mentre io invece ne ho moltissimi). Gli verranno nei prossimi anni? Quali di questi mi dovranno allarmare e dovranno essere controllati?

Diciamo subito che, visto che un neonato nasce senza nei (tranne quelli, più o meno grossi, congeniti) e un adulto invece ne ha molti, è assolutamente normale che nell'età pediatrica i nei facciano la loro comparsa su tutto il corpo. Parliamo di nevi melanocitici (cioè costituiti da cellule che producono melanina): sono i nei classici, piccolini, tondeggianti, dal nocciola al marrone scuro, spesso piatti e qualche volta appena rilevati. Il numero totale dei nei pare sia determinato in parte da una "predisposizione" genetica, in parte dall' esposizione solare.

Fin qui tutto OK: siamo nella piena normalità.

Il motivo per cui i nei (o nevi, per utilizzare il termine medico-scientifico) in questi ultimi anni spaventano molto i genitori è legato all'aumento dell'incidenza dei melanomi (tumori cutanei) e le relative campagne di stampa e tv sulla prevenzione. In realtà (per fortuna) il melanoma è un problema che riguarda (almeno fino ad oggi) solo in casi rarissimi il bambino, anche se non per questo deve essere ignorato.

Poichè però esiste una relazione tra il numero totale di nevi e la possibilità di sviluppare un melanoma in età adulta (tanti più nevi, tanto più rischio), non potendo intervenire sulla predisposizione genetica, sarà utile agire sull'altro fattore determinante, l'esposizione solare, utilizzando filtri solari totali e riducendo il tempo totale di esposizione del bambino. Altri fattori molto importanti sono la familiarità per melanomi (avere madre o padre che sono stati affetti da melanoma aumenta il rischio) e la dimensione dei nevi presenti alla nascita (i nevi congeniti "giganti" sono particolarmente a rischio di trasformazione).

Cosa guardare allora nei nevi dei propri figli?

Senza ossessionarli, occorre considerare principalmente cambiamenti (rapidi) di dimensione, colore, struttura e alterazioni dei margini. In caso di dubbio, una visita dal pediatra (o dal dermatologo, o dal dermatologo pediatra) risolverà la situazione. L'escissione chirurgica penso vada comunque riservata a casi particolari: nevi giganti, importanti problemi estetici (e di conseguenza psicologici) e, molto più raramente, dubbio diagnostico.

1/3/1998

28/7/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Nei"

Una chiazza chiara sulla pelle
Mia figlia è nata con una chiazza chiara sulla pelle. La nostra pediatra ritiene sia un "nevo ipodermico non rilevato".
Macchie caffelatte nel bambino
Le macchie caffelatte, chiamate, cafè au lait spots, sono una evenienza relativamente frequente nel bambino (10-20% dei soggetti sani).
Nevo peloso
Il nevo melanocitico congenito di medie dimensioni ricorre in uno-due neonati ogni cento e non presenta alcun pericolo nell'età pediatrica.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Nevo sebaceo di Jadasshon
Il nevo sebaceo di Jadasshon è una lesione benigna della pelle. E' molto verosimile che possa recidivare.
Nevo sebaceo
Il nevo sebaceo è un piccolo difetto della pelle, del tutto benigno.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Frattura del femore
Mio figlio di 4 anni si è fratturato il femore destro. Ora purtroppo deve portare un rialzo.
Gli esami da eseguire in gravidanza
Per monitorare l'andamento della gravidanza sarà necessario fare alcuni esami, alcuni dei quali a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
L'igiene del neonato
L'igiene del neonato comincia subito dopo la nascita in sala parto, con sola acqua e senza detergenti. I consigli per l'igiene a casa.
Allattamento al seno e risvegli notturni: vuole ancora il latte della mamma di notte
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura