ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Era nata pretermine e adesso cresce poco

La crescita è un sensibile indice delle condizioni di salute dei neonati pretermine con peso molto basso alla nascita. Fino all'età di 24 mesi la loro crescita risente dello scarso peso alla nascita.

Siamo i genitori di una bambina nata pretermine. Alla nascita, dopo circa 24 settimane di gestazione, pesava appena un chilo. Adesso ha 16 mesi e fortunatamente, fino ad ora, non ha avuto nessun problema serio di salute. Il fatto è che la bimba è ancora notevolmente sottopeso: pesa infatti 7 chili e 800 grammi. Sia i pediatri del reparto prematuri che ancora la seguono sia il nostro pediatra non mostrano preoccupazione e ci hanno consigliato soltanto di variarle molto la normale dieta. Visto che la bimba non si può affatto definire una "mangiona" e con gran fatica e costanza riusciamo appena a farle mangiare delle quantità accettabili di cibo (non vorremmo esasperarla insistendo troppo), cosa ci consigliate di fare? Si può provare a somministrare qualcosa che le aumenti l'appetito?

La crescita è un sensibile indice delle condizioni di salute dei neonati nati prematuri con peso molto basso alla nascita. Gli indici di crescita vanno controllati spesso, ma occorre riferirli a tabelle di accrescimento staturo-ponderale apposite per questi bambini, in quanto fino all'età di 24 mesi la loro crescita risente dello scarso peso alla nascita; successivamente i prematuri seguono le stesse curve di crescita dei neonati normali. Approssimativamente, in mancanza delle tabelle idonee, per stabilire la curva di crescita giusta bisogna fare il calcolo di: età postnatale in settimane meno il numero di settimane di prematurità del neonato.

Nel caso della vostra bambina il valore della curva di crescita per il peso è al terzo percentile, per cui l'accrescimento sta procedendo secondo la normalità. È importante non forzare mai l'alimentazione con costrizioni o ricatti: potrebbero infatti insorgere delle turbe psicologiche inerenti al cibo. L'integrazione alimentare con vitaminici e oligoelementi è opportuna. Gli unici farmaci che hanno, come effetto collaterale sfruttato appositamente, l'aumento dello stimolo dell'appetito sono gli antistaminici, che vanno somministrati sotto stretto controllo medico e per i quali comunque vale il discorso del "costo-beneficio", cioè chiedersi se "ne vale la pena"!

E adesso qualche definizione. Vengono definiti Prematuri dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, i bambini nati vivi partoriti prima delle 37 settimane dal primo giorno dell'ultimo mestruo. Prematuro è un termine usato anche per indicare spesso l'immaturità. Immaturi sono i bambini di peso alla nascita estremamente basso, cioè inferiore a 750 gr. Oggi i neonati che pesano 2500 gr o meno, definiti come "neonati di basso peso alla nascita", si considerano prematuri con un periodo di gestazione abbreviato, oppure con una crescita intrauterina ritardata per l'età gestazionale, denominati anche "piccoli per l'età gestazionale".

1/1/1997

15/5/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Era nata pretermine e adesso cresce poco"

Broncodisplasia polmonare
La broncodisplasia è una patologia polmonare caratterizzata da ossigeno-dipendenza per 28 giorni o più.
Emorragia cerebrale
Come accelerare il recupero motorio di mia figlia che è nata prematura e a cui è stata diagnosticata una emorragia cerebrale? Il parere del neuropsichiatra.
Parto pretermine
Viene definito “parto pretermine” il parto che avviene prima della 37° settimana di gravidanza. La causa è spesso sconosciuta.
Con la febbre si cresce?
La crescita del bambino in corso di febbre è una credenza delle nonne. Nessuno può misurare una variazione di così piccola entità.
I neonati nati prematuri
Le problematiche respiratorie rappresentano la percentuale maggiore delle patologie dei neonati nati prematuri.
Respirazione nel prematuro
L'insufficienza respiratoria, secondaria a una mancanza primitiva di surfattante è spesso presente nei neonati prematuri.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Doppio distretto renale
Il doppio distretto renale è la più frequente variazione anatomica delle vie urinarie e nella maggioranza dei casi non si associa ad alcun problema.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Neurofibromatosi
La neurofibromatosi è una malattia neurocutanea multisistemica ereditaria caratterizzata dalla predisposizione allo sviluppo di tumori benigni.
La prima visita dal dentista
Alcuni consigli per fare affrontare al tuo bambino con serenità la prima visita dal dentista.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.

Quiz della settimana

Chi è colpito dall'emofilia?
Soprattutto i maschi
Soprattutto le femmine
Entrambi i sessi, senza differenze