ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Non vuole lavarsi i denti

L'educazione ad una corretta igiene orale va iniziata da subito. E' importante che i genitori diano il buon esempio. I consigli per convincere i bambini a lavarsi i denti.

a cura di: Andrea Corain

Quando è ora di andare a letto mio figlio non vuole lavarsi i denti. Come posso fare per convincerlo?

Molto spesso si utilizzano dei comportamenti non corretti che fanno sì che il bambino non recepisca l’importanza dell’azione del lavarsi i denti. Ad esempio, dire al proprio figlio "Vai a lavarti i denti, e poi FILA A LETTO!" associa il lavarsi i denti a una punizione o costrizione anziché alla propria salute.ù

Personalmente, consiglio di andare entrambi (mezzora prima dell’orario in cui il bambino deve andare a coricarsi) in bagno e di lavarsi insieme i denti (magari trovando il modo di giocare e/o scherzare), lasciando poi al figlio il tempo di guardare i cartoni animati, di giocare o comunque di finire quello che lui stava facendo. In questo caso si applica un rinforzo positivo e si fa capire che il lavarsi i denti fa parte delle buone abitudini quotidiane inerenti alla cura della persona.

6/6/2007

28/6/2014

I commenti dei lettori

Mio figlio di tre anni si faceva lavare i denti con piacere, anche se mi faceva stancare da matti tra canzoncine e attacchi di microbi fittizi da sconfiggere, e aveva anche imparato a sciaquarsi la bocca alla fine, ma da quando gli ho spiegato che il dentifricio non è buono da mangiare e che deve cercare di non ingoiarlo, non apre più la bocca...è evidente che ho sbagliato io, preoccupata dal fatto che ingerisse il dentifricio, ma ora come posso rimediare? Ha tre anni, ed è il tipo di bambino che accetta di fare molte cose se viene preparato in anticipo e con un pò di fantasia...ora gli ho comprato un nuovo spazzolino, un nuovo dentifricio senza fluoro e gli ho detto che aspetterò che voglia lui di nuovo lavarsi i denti da solo. Nel frattempo i suoi dentini possono essere danneggiati? E' goloso, come la maggior parte dei bambini, e se gli vieto i dolci finchè non ricomincia a lavarsi i denti ho paura di fare ancora più danni!!

mimma (MT) 23/10/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Non vuole lavarsi i denti"

Cosa fare se si frattura un dente
Cosa devo fare nel caso un bambino si fratturi un dente? I consigli dell'odontoiatra.
Eruzione dei dentini da latte
Esiste una certa variabilità dell'epoca di eruzione dei dentini da latte? Il parere dell'odontoiatra.
Difetti dello smalto nei denti da latte
I difetti congeniti dello smalto dei denti da latte sono un disturbo non pericoloso ma difficilmente risolvibile.
Mancano alcuni denti definitivi
Quando mancano denti definitivi si parla di agenesia dentale, difetto che crea una serie di problemi estetici e funzionali della bocca e della masticazione.
Mineralizzazione della corona
Ogni elemento dentale ha un suo periodo di mineralizzazione, e questo fenomeno si verifica tra la 13° settimana in utero ed i 17 anni.
Lo spazzolino
Lo spazzolino da denti. Quando iniziare a usarlo? Ma soprattutto, qual è il modello più idoneo per un bambino piccolo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

La timidezza la rende antipatica
Per aiutare un bambino a superare la sua timidezza è importante fare sentire il bambino sempre amato ed accettato per quello che è.
Laringomalacia
La laringomalacia è un disturbo congenito della laringe caratterizzato da uno stridore inspiratorio e da un'ostruzione delle vie aeree.
Quale apparecchio per aerosol è meglio usare con il beclometasone?
Per alcuni farmaci, fra cui il beclometasone, è meglio usare apparecchi tradizionali e non ad ultrasuoni.
Reflusso vescico-ureterale
E' stata operata da poco all'uretere per reflusso vescico-ureterale da un lato e la malattia è comparsa nell'altro rene.
Sintomi e cure della toxoplasmosi in gravidanza
La toxoplasmosi in gravidanza può manifestarsi senza sintomi. Le cure servono a ridurre il pericolo di infezione per il fato e il neonato.

Quiz della settimana

Parlando dei mucolitici, è corretto affermare che:
Calmano la tosse
Vanno somministrati insieme ai sedativi della tosse
Fluidificano il catarro
Fanno abbassare la febbre