ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ha spesso le occhiaie

Le occhiaie sono "cerchi scuri e bluastri sotto gli occhi spesso dovuti a congestione nasale". Di solito la causa principale di una congestione nasale è l'allergia.

a cura di: Dott. Roberto Bussi (pediatra)

Ha spesso le occhiaie Mia figlia di otto anni ha spesso le occhiaie, è magra, mangia poco. Potrei sapere cosa fare per indagare circa le occhiaie che ha molto spesso? Di recente ha avuto i vermi, forse non sono stati combattuti in modo appropriato?

Vocabolario della Lingua Italiana Treccani definisce le occhiaie "infossamento in corrispondenza della palpebra inferiore (per consumo del tessuto adiposo sottostante, per disidratazione, malessere, stanchezza, ecc.) di solito accompagnato da una tonalità più o meno scura o bluastra dei tessuti". Ne "La grande enciclopedia del bambino", Sfera editore, le occhiaie sono "cerchi scuri e bluastri sotto gli occhi (più evidenti nei bambini di carnagione chiara) spesso dovuti a congestione nasale". Di solito la causa principale di una congestione nasale è l’allergia. Anche infezioni nasali croniche, continui raffreddori o respirazione con la bocca, anziché con il naso, indotta da grosse adenoidi, determinano congestione nasale e conseguenti occhiaie.

Ma non credo, data anche l’età (in cui i raffreddori sono meno frequenti), sia questo il caso del lettore. Una volta che il suo pediatra ha escluso un fatto acuto, consiglierei di controllare l’effettiva magrezza in rapporto al peso ideale, se tale sproporzione anche secondo il collega è accettabile o no, e soprattutto se stazionaria nel tempo. Inoltre controllerei la conduzione della giornata con un giusto rapporto di ore di sonno, studio e divertimento. Ma soprattutto guarderei i genitori e le loro foto alla sua età: nella mia esperienza spesso la somiglianza è notevole. In assenza di patologia, le occhiaie, soprattutto se saltuarie, non sono certo un problema da preoccupare.

11/2/2000

2/1/2018

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Le vaccinazioni nel neonato
Per avere informazioni precise sul “calendario vaccinale” del neonato è oppurtuno rivolgersi al pediatra o al centro vaccinale della vostra zona.
Mamma con miopia molto grave
Un recente studio su 50 donne gravide affette da miopia superiore a 4,50 diottrie non ha segnalato aggravamento delle lesioni dopo il parto.
Non muove bene la bocca
Per effetto dell’ipoplasia un angolo della bocca non si abbassa. Si tratta di un’anomalia congenita piuttosto frequente nel neonato.
Analisi preventive per una bambina di un anno
Gli esami andrebbero prescritti non per controllare se una bimbina sta bene, ma per cercare conferma a seguito di un sospetto clinico fondato e motivato.
Bambini, adolescenti e social network
I social network sono uno strumento per favorire lo scambio di informazioni e la conoscenza reciproca. E' necessario un attento controllo da parte dei genitori.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa