ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Occhiali nell'ipermetropia

Esistono tecniche o metodologie alternative all'utilizzo di lenti per il trattamento dell'ipermetropia? I consigli dell'oculista.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

Ho un figlio di due anni, gli è stato diagnosticato un astigmatismo associato a ipermetropia con prescrizione delle seguenti lenti: occhio dx:- Sf +0,50; Cil +1,00; asse 90°. Occhio sx: stessi valori. La diagnosi è stata effettuata dopo somministrazione di atropina due volte al dì per tre giorni. Si chiede: 1) data la giovane età non è il caso di aspettare almeno un anno prima di utilizzare gli occhiali? 2) in caso negativo per quanto tempo, nell'arco di una giornata devono essere portati? 3) il bambino potrà guarire completamente con l'utilizzo delle lenti dall'ipermetropia? 4) la eventuale guarigione può essere favorita da una progressiva riduzione della correzione ottica? 5) esistono tecniche o metodologie alternative all'utilizzo di lenti per il trattamento della patologia descritta?

Rispondo per ordine alle sue numerose domande. Quesito 1: bisognerebbe sapere il dato totale ottenuto in cicloplegia (cioè dopo aver bloccato il sistema di regolazione della messa a fuoco, mediante l'applicazioni di un collirio apposito. NdR).

Se i dati sono questi non prescriverei assolutamente l'occhiale neppure se il piccolo avesse sei anni. Quesito 2: un occhiale prescritto va indossato per tutta la giornata. Quesiti 3 e 4: i difetti refrattivi guariscono o peggiorano indipendentemente dall'uso di lenti.

L'occhiale migliora la capacità visiva, ma non modifica la struttura oculare. Quesito 5: no! L’unica perplessità in questo caso è circa l'opportunità della correzione per un difetto così lieve. Si ricordi però che chi si pone di fronte ad un occhiale in questi termini rischia di trovare sulla sua strada dei "guaritori". Si tratta in genere di millantatori!

1/4/1999

23/5/2017

I commenti dei lettori

Esotropia accomodativa. A mia figlia di 22 mesi le è stata diagnostica un'ipermetropia di 8 diottrie all'occhio destro e 10 diottrie all'occhio sinistro, inoltre tende ad incrociare ogni tanto l'occhietto sinistro per cui le sono stati prescritti gli occhialini +3 d e +5 s da portare sempre oltre il bendaggio dell'occhio più "sano" per 4 ore al giorno esclusi il sabato e la domenica. Secondo Voi la prescrizione fatta è esatta? Grazie mille.

Roberta (FR) 04/10/2011

Come fare a fare mettere gli occhiali alla mia nipotina di quattro ani che non vuole metterli perchè dice che non vede bene?

 

 

Ala Patti 11/05/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Occhiali nell'ipermetropia"

Allattamento e miopia
Allattamento è consentito anche in caso di forte miopia. Il parere dell'oculista.
Ipermetropia fisiologica
In condizioni fisiologiche un bimbo nasce ipermetrope di circa 3 diottrie. Crescendo anche l'occhio cresce e normalmente questo difetto viene ad annullarsi.
Come si corregge l'ipermetropia?
Come si corregge l'ipermetropia? Deve per forza mettere gli occhiali? Esistono diversi approcci nella gestione dell'ipermetropia.
Correzione dell'ipermetropia nei bambini
Per correggere l'ipermetropia gli hanno prescritto di bendare alternativamente entrambi gli occhi.
Lenti a contatto
A quale età si possono usare le lenti a contatto nei bambini?
Non vuole più portare gli occhiali
Non vuole più portare gli occhiali. Può essere un capriccio o un segno che la sua vista è migliorata? E' sempre necessario affidarsi allo specialista.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo