ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Osteocondrite del ginocchio

L'osteocondrite del ginocchio è dovuta ad una sofferenza vascolare che va a colpire una determinata zona del condilo femorale. Di solito il problema ha un decorso tendenzialmente benigno.

a cura di: Dott. Antonio Andreacchio (ortopedico)

A mio figlio di sei anni è stata diagnosticata una osteocondrite alla cartilagine del ginocchio destro. Attualmente non avverte nessun dolore. Vorrei saperne qualcosa di più: che problemi può dare nell'immediato e nel futuro e quali terapie sono più indicate.

Caro lettore, è strano che sia stata diagnosticata una malattia come l'osteocondrite dissecante del ginocchio di Konig (dal nome di colui che la individuò per primo) in un ginocchio che risulta essere asintomatico. La malattia è dovuta ad una sofferenza vascolare che va a colpire una determinata zona del condilo femorale (N.d.R.: si tratta di una delle due prominenze tondeggianti situate nella parte inferiore del femore, che si articolano con la rotula e con la parte superiore della tibia). Di solito il problema si autodelimita, ha un decorso tendenzialmente benigno ma può determinare, in taluni casi, anche gravi conseguenze, quando la regione colpita dalla malattia risulti particolarmente estesa.

In sintesi una parte di osso del femore, vicino all'articolazione del ginocchio, non riceve più un adeguato apporto sanguigno, entra in sofferenza e, nei casi particolarmente gravi, arriva a distaccarsi, cadendo nell'articolazione. Quando ciò avviene si rende necessario un intervento chirurgico o per riposizionare il frammento venutosi a staccare (quando ciò è reso possibile dalle dimensioni dello stesso) o per asportarlo. La malattia di solito si manifesta ad un'età di 10-12 anni ed è il dolore che porta il piccolo paziente ad una visita ortopedica.

Mi sembra perciò un po' strano il caso di suo figlio a cui è stata posta una tale diagnosi in assenza di sintomatologia dolorosa e ad un'età piuttosto precoce rispetto a quella in cui generalmente si manifesta il problema. La terapia, nella maggior parte dei casi, consiste nel riposo e nel monitorare il decorso della necrosi attraverso le radiografie o, meglio, con la RMN (risonanza magnetica nucleare). Più frequente, all'età di sei anni è il riscontro clinico di una condromalacia rotulea (lieve sofferenza della cartilagine articolare della rotula) che spesso non determina alcun problema. La invito comunque a meglio definire la diagnosi attraverso una visita specialistica da parte di un ortopedico che si occupi specificatamente dei problemi dell'età pediatrica.

3/3/2003

20/1/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Osteocondrite del ginocchio"

Ginocchio valgo
il valgismo fisiologico delle ginocchia non richiede per una sua correzione alcun trattamento.
Morbo di Köhler
Il Morbo di Köhler è una malattia che interessa i bambini. E' una rara forma di osteocondrite che colpisce una parte interna del piede.
Ha le ginocchia a X
Il ginocchio valgo (volgarmente detto a "X") ed il piede lasso con retropiede valgo non sono delle forme patologiche.
Malattia di Osgood-Schlatter
La Malattia di Osgood-Schlatter è una malattia del ginocchio, in cui il dolore si localizza sotto la rotula, all'inizio della tibia.
Ha le tibie vare
Mia figlia di 5 anni presenta tibie vare. Come si può correggere questo problema?
Gambe curve verso l'interno
Un quadro di varismo parafisiologico in un bambino di due anni andrà seguito solo clinicamente nel tempo e tenderà a risolversi spontaneamente con la crescita.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte