ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ha fatto dei test per le allergie, ma fino a qualche giorno prima aveva assunto degli antistaminici

Quanti giorni devono passare perché i test siano validi? I consigli dell'allergologo.

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Mia figlia di cinque anni ha fatto dei prick test per le allergie, ma fino a cinque giorni prima aveva assunto un antistaminico, lo … (N.d.R.: nome commerciale del Chetotifene). I tests sono validi oppure possono dare dei risultati falsati o non corretti? Quanti giorni devono passare dall'assunzione di un antistaminico?

Sono sufficienti tre giorni, tra la sospensione dell'antistaminico e l'effettuazione dei prick test, affinché i tests siano validi. Inoltre è una prassi consolidata praticare, contemporaneamente ai prick test, il test con l'istamina, proprio per verificare la buona reattività cutanea. Tale test è simile al prick test però, invece dell'allergene, vi è, come sostanza reagente, l'istamina. Se l'effetto dell'antistaminico è ancora presente ed influenza la reattività cutanea, in tale sede non si formerà alcun pomfo.

Altro farmaco che può influire sui test cutanei per le allergie è il cortisone, sia per via sistemica (se lo si sta assumendo da più di sette giorni), sia per uso topico, se applicato sulla cute che sarà sede di inoculo dei prick test. Altri fattori, meno importanti, che influenzano il risultato sono rappresentati dall'assunzione di antidepressivi triciclici e di immunoterapia specifica ad alte dosi (terapia desensibilizzante).

24/2/2004

24/4/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ha fatto dei test per le allergie, ma fino a qualche giorno prima aveva assunto degli antistaminici"

Tosse secca
Talvolta dietro una tosse secca continua, fastidiosa e soprattutto notturna, può esserci una crisi d'asma.
Esami con risultati contraddittori
Si possono verificare con frequenza esami con risultati contraddittori di Rast e prick test con risultati contraddittori.
Le prove allergiche
Ha avuto una reazione dovuta all'antibiotico. Sono pericolose le prove allergiche? I consigli dell'allergologo.
Intolleranza alle proteine del latte vaccino
Ha avuto una serie di episodi che potrebbero fare pensare ad una allergia al latte vaccino. I consigli dell'Allergologo.
Il prick test è risultato positivo
Il prick test positivo indica la presenza nel paziente di anticorpi specifici (IgE) per quell'antigene alimentare testato.
Predisposizione allergica
Mi hanno consigliato uno svezzamento ritardato perchè è a rischio di allergia. Ma cosa deve mangiare a un anno di vita?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo