ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

QT lungo e SIDS

La sindrome del QT lungo si caratterizza per la presenza di un intervallo particolarmente allungato tra l'onda Q e l'onda T del tracciato che segnala l'attività elettrica del cuore.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Ho fatto fare un ECG a mio figlio di due mesi e mezzo ed è stato riscontrato un QT lungo. La pediatra ci ha consigliato di rifare l'esame al più presto. Da quanto ho potuto capire tale valore, se superiore a 440, è associato a casi di SIDS (morte in culla). E' un test attendibile? Qualora lo fosse, e forse in ogni caso, esistono delle terapie farmacologiche per prevenire la SIDS? Come dobbiamo comportarci mia moglie ed io? La SIDS presenta della familiarità? Abbiamo già una bambina di sei anni (che non fu sottoposta a tale esame): può essere un elemento di tranquillità? (N.d.R.: la sindrome del QT lungo si caratterizza per la presenza, all’elettrocardiogramma, di un intervallo particolarmente allungato tra l’onda Q e l’onda T del tracciato che segnala l’attività elettrica del cuore. In circa il 30% dei casi di SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante) si riscontra questo allungamento del tratto QT, che dipende da un’alterazione genetica e che agisce provocando un arresto cardiaco dovuto ad aritmia. I geni coinvolti sono gli stessi che provocano la sindrome del QT lungo, prima causa al mondo della morte improvvisa sotto i 20 anni, in seguito ad esempio a forte emozione o a sforzi fisici).

Il valore del QT in assoluto non ha grande significato; è invece importante il valore del QTc cioè del QT corretto per la frequenza cardiaca. Tale valore deve essere inferiore a 460 msec nella bambina e inferiore a 440 msec nel bambino.
Esso può essere segno di una patologia chiamata Sindrome del QT lungo, una patologia a trasmissione ereditaria o talora conseguenza di alcuni farmaci, che in effetti è stata messa in relazione con la SIDS.

Per evitare facili allarmismi è necessario ripetere l'esame e se il valore è anormale, rivolgersi ad un centro specialistico di Cardiologia Pediatrica.

21/6/2001

21/1/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "QT lungo e SIDS"

È rischioso dormire a pancia in su?
Le raccomandazioni di dormire a pancia in su valgono per il bambino fino ai 6 mesi di età.
SIDS: mettiamoli a dormire di schiena
Un comportamento corretto contro la SIDS. Torniamo a fare dormire i neonati sulla schiena.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Anomalie della ripolarizzazione ventricolare
Le anomalie nella ripolarizzazione ventricolare sono dovute all'immaturità del cuore.
Un apparecchio per il controllo del respiro del neonato
L'apparecchio per il controllo del respiro del neonato purtroppo non assolve l'obbiettivo ovvero non suona quando a volte un bambino presenta un'apnea.
Riduttore da lettino o salsicciotti
Riduttore da lettino o "salsicciotti"? Che cosa è preferibile nella stagione estiva? I consigli del Pediatra.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Il rachitismo
Il rachitismo è una malattia dello scheletro e delle ossa dovuta a una carenza di vitamina D o di calcio.
Mamma e depressione post-partum
La nascita di un bambino non sempre è un immediato motivo di gioia e di eccitazione per la mamma. Spesso la mamma va incontro a una depressione post-partum.
Rosolia in gravidanza
La rosolia diventa pericolosa durante la gravidanza perché può portare gravi conseguenze al feto.
I tic
I tic sono gesti involontari ripetuti. Normalmente sono caratterizzati da rapide scosse muscolari, dette spasmi.
Ipermetropia a 7 mesi
Ipermetropia a 7 mesi: un problema che si risolverà con la crescita.

Quiz della settimana

Quanti bambini sani hanno un soffio al cuore "innocente", cioè non patologico?
10%
30%
50%
70%