ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Rene policistico

Il rene policistico o malattia del rene policistico è un difetto renale bilaterale, geneticamente trasmesso da entrambi i genitori. E' una malattia molto variabile.

a cura di: Dott. Roberto Bussi (pediatra)

A mio figlio di quattro anni è stato riscontrato, da ecografia, un rene policistico. In attesa di fare esami più approfonditi (penso una scintigrafia) vorrei sapere altre informazioni in merito. Le cisti si possono operare o aspirare? Che differenza c'e tra rene policistico e multicistico? Possono causare episodi di mal di pancia e vomito?

Ecco in sintesi le principali differenze tra i due tipi di patologia renale.

Il rene multicistico: è evidente già in epoca prenatale; è più frequente nei maschi; le cisti non sono comunicanti; l'uretere (il tubicino che trasporta l'urina in vescica) è chiuso per cui il rene non è funzionante; di solito è unilaterale; non è ereditario; è asintomatico alla nascita; il sospetto diagnostico viene suggerito con l'ecografia prenatale. Possibili complicanze sono le infezioni, l'ipertensione arteriosa e l'insufficienza renale.

Il rene policistico o malattia del rene policistico: è bilaterale; è geneticamente trasmesso da entrambi i genitori (la trasmissione è di solito autosomica recessiva, cioè la malattia viene trasmessa da due genitori portatori sani della patologia); può restare senza sintomi fino a dopo la prima infanzia; possono essere associate cisti del fegato con importante sofferenza del fegato stesso; la diagnosi è ecografica ed evidenzia anche reni aumentati di volume; il trattamento è di supporto, mirato soprattutto al controllo dell'ipertensione arteriosa; è possibile l'evoluzione in insufficienza renale.

La malattia del rene policistico è comunque molto variabile; la biopsia può essere utile anche per formulare la prognosi. Le cisti non si possono operare né aspirare.

19/11/2002

22/12/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Rene policistico"

Rene ectopico
Un rene ectopico non rappresenta una controindicazione ad una normale attività fisica.
Gli manca un rene
La agenesia renale non comporta alcuna conseguenza a condizione che il rene controlaterale sia del tutto normale.
Reflusso vescico-ureterale
E' stata operata da poco all'uretere per reflusso vescico-ureterale da un lato e la malattia è comparsa nell'altro rene.
Doppio distretto renale
Il doppio distretto renale è la più frequente variazione anatomica delle vie urinarie e nella maggioranza dei casi non si associa ad alcun problema.
La nefrite
La nefrite o glomerulonefrite è un'infiammazione che coinvolge tutto il rene. Può guarire nel giro di una settimana.
Reni ectopici
Se la funzionalità renale è normale e non sono presenti altri problemi non vi sono problemi futuri e questa situazione non richiede monitoraggi particolari.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte