ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Reni ectopici

Da un'ecografia gli è stato riscontrato un rene ectopico. Da adulto potrà condurre una vita normale? L'esame che può dare queste notizie è una Scintigrafia Renale Sequenziale MAG3.

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Ho un bambino di quasi otto anni, al quale, facendo una ecografia, hanno riscontrato un rene ectopico di 6,9 cm e l'altro più piccolo, di 4,6 cm, e non  in sede. Da premettere che lui non ha dolore e non ha infezione. Come si procede in questi casi? Quali sono i controlli da fare? Cosa può comportare avere una situazione renale di questo tipo in un soggetto, poi, adulto? Può svolgere attività fisica?

Il Genitore lettore pone il quesito di un ragazzo di otto anni, con una storia clinica pregressa del tutto negativa (per cui evidentemente questi problemi renali NON erano mai stati segnalati in epoca prenatale...) senza infezioni delle vie urinarie e sempre asintomatico, che in occasione di una ecografia renale eseguita per altri motivi non noti, ha avuto il riscontro di due reni ectopici (non sappiamo in che sede, ma presumibilmente pelvici) e con una ipotrofia (= ridotta dimensione) di uno dei due reni.

Questa descrizione preliminare fa pensare certamente ad una anomalia congenita di posizione del rene (ectopia) che può essere spesso associata anche ad anomalie di fusione (rene a ferro di cavallo, rene a focaccia, ectopia crociata, etc.)
E' importante pertanto avere delle informazioni più dettagliate relativamente alla funzionalità separata di entrambi i reni e alla posizione ed anatomia dei due reni ectopici.

L'esame che può dare tutte queste notizie è una Scintigrafia Renale Sequenziale MAG3 con la possibilità di valutare anche la fase escretoria dei due reni e, durante la fase finale di svuotamento della vescica, si è anche in grado di escludere un eventuale reflusso vescico-ureterale (con la cistoscintigrafia indiretta).

Se la funzionalità renale è normale e non sono presenti atri problemi (uropatia ostruttiva, reflusso, ridotta funzionalità renale) non vi sono problemi futuri e questa situazione non richiede monitoraggi particolari. La "semplice" ectopia renale non condiziona assolutamente la vita futura del ragazzo che potrà svolgere tranquillamente qualsiasi attività fisica e/o sportiva.

In presenza di una ectopia pelvica nella femmina è invece opportuno un monitoraggio durante una eventuale gravidanza per possibili problemi compressivi durante il graduale e progressivo sviluppo uterino.  Nel caso di una franca riduzione di funzione è certamente opportuna una valutazione congiunta dell'urologo con il nefrologo pediatra.
 

21/6/2010

9/3/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Reni ectopici"

Idro-uretreronefrosi non ostruttiva
Soffre di idronefrosi sinistra, non ostruttiva, non refluente. Non è sempre necessario l'intervento chirurgico.
Gli manca un rene
La agenesia renale non comporta alcuna conseguenza a condizione che il rene controlaterale sia del tutto normale.
Reflusso vescico-ureterale
E' stata operata da poco all'uretere per reflusso vescico-ureterale da un lato e la malattia è comparsa nell'altro rene.
Calcolosi renale
Eccessive quantità di cistina non disciolta nelle urine causano la formazioni di calcolosi renale, nella vescica e/o nell'uretere.
Sindrome Nefrosica
La Sindrome Nefrosica è l'espressione clinica di alterazioni renali diverse sia per la forma, la causa, il modo di insorgenza e la prognosi.
Sindrome nefrosica
La Sindrome Nefrosica (SN) è una patologia dei reni, dei quali viene ad essere danneggiata la funzione di filtro.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Dopo il parto
Dopo il parto che cosa succede al corpo della mamma? Il brusco cambiamento avvenuto con il parto porta l'organismo ad una serie di modificazioni.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Trauma cranico: cosa fare quando un bambino sbatte la testa
Come gestire il trauma cranico. Non è sempre necessario portarlo in ospedale.
Non vuole stare con suo papà
Mia figlia di 13 mesi vuole stare sempre con me e non con il suo papà. I consigli dello psicologo.
Punti neri sulla fronte
La terapia da seguire per l'eliminazione dei punti neri sulla fronte.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina C?
Ha un'azione anti-ossidante
Favorisce l'assorbimento del ferro
Serve per produrre una sostanza chiamata collagene
Tutte le risposte sono esatte