ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sangue nelle urine

La presenza di sangue nelle urine va sempre accertata. Accertata la presenza di ematuria vera, sarà molto importante verificare se gli altri parametri rilevati dall'esame delle urine sono normali.

Sangue nelle urine Mio figlio (7 mesi) ha da qualche giorno una forte influenza, diagnosticata dal nostro pediatra di famiglia. Per due giorni ha avuto la febbre alta (39-391/2), e da tre giorni ha la diarrea. Noto da ieri sul pannolino ci sono tracce di sangue ma apparentemente non provenienti dalla feci, perché si trovano sulla parte anteriore del pannolino. Sembrerebbe che tali tracce siano mescolate a pipì.

La presenza si sangue nelle urine va sempre accertata ed eventualmente approfondita. Innanzitutto bisogna essere certi che ci sia un'ematuria vera, in quanto il colore rosso può essere ingannevole soprattutto se il bambino ha già una dieta varia (la barbabietola rossa, per esempio, in alcuni soggetti colora le urine di rosso) e se ha assunto farmaci (per esempio la fenitoina, la fenotiazina e il piridio); ma vi sono molte altre sostanze che possono mimare un'ematuria.

Accertata la presenza di ematuria vera, sarà molto importante verificare se gli altri parametri rilevati dall'esame delle urine sono normali. In modo particolare, controllare che non ci sia una proteinuria (eccessiva perdita di proteine nelle urine) e una leucocituria (perdita di globuli bianchi nelle urine). Se poi il sangue non si vede più, non significa che sia tutto risolto. Potrebbe esserci ancora una ematuria microscopica o microematuria (rilevabile solo con l'esame delle urine). Per inciso, la microematuria è abbastanza frequente nella popolazione pediatrica, diversi studi riportano un'incidenza tra lo 0,5 e l'1,2%. Tra le cause più comuni di ematuria in un lattante ricordiamo: malformazioni dell'apparato urogenitale (reni, ureteri, vescica, uretra) malattie infettive soprattutto da germi "Gram negativi" di origine fecale: più frequenti nelle femmine per motivi anatomici malattie familiari e congenite delle vie urinarie malattie di natura immunologica post-infettiva malattie emorragiche e vascolari (rare) traumi delle vie urinarie malattie neoplastiche

1/1/1997

25/5/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sangue nelle urine"

Pipì scura
Per ematuria si intende l'eliminazione di globuli rossi con le urine. Si tratta di un fatto fisiologico.
Ematuria famigliare benigna
Le hanno diagnosticato l'ematuria famigliare benigna ma non è necessario seguire alcuna dieta particolare e la prognosi è ottima.
Malattia di Berger
La malattia di Berger è una malattia renale spesso causa di macroematuria ricorrente.
Sindrome di Schoenlein-Henoch
La sindrome di Schoenlein-Henoch è una vasculite. La sindrome è caratterizzata dalla comparsa di manifestazioni cutanee di tipo maculo-papulare.
Sindrome di Alport
La Sindrome di Alport è la malattia più comune fra i diversi tipi di nefriti ereditarie.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Diabete in gravidanza
In gravidanza vanno distinti due diversi tipi di diabete: quello preesistente e quello gestazionale.
Seno ingrossato nel neonato
È normale che il neonato abbia il seno ingrossato. Si tratta della crisi genitale, un fenomeno ormonale che passerà da solo.
Una febbre ricorrente senza spiegazione
Gli esami sono tutti negativi, ma io sono preoccupato.
Ha quasi un mese, ma non gli è ancora caduto il moncone ombelicale
La caduta del moncone ombelicale: ad un mese di vita, se non fosse già caduto, va reciso chirurgicamente.
Le sono già comparse le smagliature sul seno
Il seno si è riempito di smagliature ancora rosse, posso fare qualcosa di più efficace? I consigli del dermatologo.

Quiz della settimana

Per quanto tempo si può conservare in frigorifero il latte materno, senza perdere nessuna delle sue molteplici proprietà?
meno di 12 ore
non piu di 24 ore
36 ore
oltre le 48 ore