ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Scintigrafia renale e cisto-uretrografia minzionale

Scintigrafia renale e cisto-uretrografia. In che cosa consistono questi esami?

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Alla mia bambina di tre anni hanno prescritto i seguenti esami: Scintigrafia renale Mag3 e Cisto-uretrografia minzionale. Vorrei sapere in che cosa consistono questi esami e se sono dolorosi.

Premesso che è francamente difficile rispondere a questa domanda senza conoscere il motivo per cui sono stati richiesti questi esami e senza conoscere una storia clinica, mi limito ad una risposta tecnica: 

 La scintigrafia renale sequenziale MAG3 è un esame che consiste nella iniezione endovenosa di una sostanza (radio-isotopo) che viene filtrata ed eliminata dai reni, e che consente di visualizzare con una gammacamera (N.d.R.: è lo strumento che è in grado di rilevare e localizzare la radiazione emessa dal paziente) la funzionalità renale. In pratica le informazioni che si possono ottenere sono: quanto funzionano i reni: se esiste una stasi urinaria, cioè un'ostruzione al deflusso dell'urina. Durante la fase terminale dell'esame, se è possibile seguire anche la fase minzionale, viene verificata l'eventuale risalita dell'urina nelle alte vie urinarie (= reflusso vescico-ureterale) e questa viene chiamata cisto-scintigrafia indiretta (senza utilizzare un catetere vescicale). L'esame deve essere eseguito dopo una adeguata idratazione (non a digiuno!!) e l'unico dolore è rappresentato dalla puntura della vena.

La cisto-uretrografia minzionale è un esame che viene eseguito mediante l'introduzione di un piccolo catetere in vescica. Questa è ovviamente una manovra un poco fastidiosa e relativamente dolorosa (se eseguita correttamente) e deve essere sempre fatta sterilmente e con un'adeguata copertura antibiotica profilattica. L'esame è finalizzato allo studio del riempimento vescicale ed allo studio durante la minzione. Gli scopi principali sono quelli di: verificare l'eventuale presenza di un reflusso vescico-ureterale; verificare l'eventuale presenza di anomalie vescicali (diverticolo, ureterocele, etc.); studio dell'uretra (soprattutto nel maschio). Questo esame ha una dose di irradiazione nettamente diversa a seconda del mezzo introdotto in vescica, in quanto la cistografia fluoroscopica è molto più irradiante della cistoscintigrafia. Infine la cistosonografia (eseguita con eco-contrasto) non è irradiante del tutto.

7/5/2002

31/10/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Scintigrafia renale e cisto-uretrografia minzionale"

Scintigrafia renale su un neonato
Per conoscere l'esatta funzionalità di entrambi i reni serve una scintigrafia renale. Nel neonato non è un esame urgente.
Pielectasia bilaterale
In gravidanza hanno diagnosticato al mio bambino una pielectasia bilaterale. Gli esami di controllo che dovrà sostenere sono dolorosi?
Una cistografia senza catetere
La Cisto-scintigrafia indiretta si differenzia dalla diretta per la mancata introduzione di un catetere "direttamente" in vescica.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte