ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Soffrivo di scoliosi quando ero giovane

La presenza di una scoliosi in un componente della famiglia aumenta il rischio che tale patologia possa ripresentarsi nella progenie, ma non è una certezza.

a cura di: Dott. Antonio Andreacchio (ortopedico)

Sono mamma di un bimbo di cinque mesi e mezzo. Da adolescente ho portato un corsetto per una scoliosi abbastanza importante. Il mio timore è che tale difetto, considerato ereditario, possa in futuro riguardare anche mio figlio. Mi piacerebbe sapere come prevenirlo almeno in parte.

La scoliosi è un argomento ampiamente dibattuto e affascinante in campo ortopedico. Numerosi studi vengono portati avanti in numerose parti del mondo per dare una risposta definitiva su quella che è la risposta alla domanda che da sempre ci si è posti: perché viene la scoliosi? A questa domanda verosimilmente solo la genetica potrà darci risposta. Sembra infatti che nella etiologia della scoliosi idiopatica entri in gioco qualche fattore genetico che non è ancora stato identificato.

Allo stato attuale delle cose l'unica vera strategia nello screening della scoliosi è la diagnosi precoce. Sicuramente, così come del resto per molte altre malattie, la presenza di una scoliosi in un componente della famiglia aumenta il rischio che tale patologia possa ripresentarsi nella progenie ma questo non è un dato di certezza. Un conto è quindi la familiarità (aumento del rischio che una patologia si presenti all'interno di una famiglia) un altro è l'ereditarietà (certezza di trasmissione di una patologia da genitore a discendenti). Alla voce prevenzione attualmente l'unica risposta è quella di sorveglianza e diagnosi precoce in attesa che la genetica isoli il gene responsabile della malattia e ci consenta di capire meglio uno dei misteri della medicina.

29/1/2004

14/9/2016

I commenti dei lettori

Ho una bambina di 11 anni inquadrata in una probabile sindrome di ehlers danlos Pertanto presenta una grave scoliosi di circa 70° siamo andati avanti nella crescita con diversi corsetti, ma ci hanno anticipato che sicuramente si dovrà intervenire chirurgicamente . Siamo molto preoccupati x l'intervento,cosa ci consigliate? grazie La piccola Anna

marianna (NA) 02/05/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Soffrivo di scoliosi quando ero giovane"

Come curare una scoliosi
Le hanno diagnosticato una scoliosi inferiore ai 20 gradi. Si può praticare uno sport per migliorare questa situazione?
Scoliosi nei bambini
I consigli dell'ortopedico pediatra per prevenire la scoliosi nei bambini.
Mio figlio soffre di iperlordosi lombare
Quali sono le cure per mio figlio che è affetto da iperlordosi lombare? I consigli del medico sportivo.
Una gamba più corta
Quale tipo di correzione adottare?
Esercizi per scoliosi nei bambini
Gli esercizi consigliati dal fisiatra per la scoliosi nei bambini.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cresce poco, ma è vivacissimo
Se il bambini cresce poco, ma ha una curva di crescita graduale e costante, in genere, non dovrebbero esserci problemi.
Stimolo ad urinare spesso in gravidanza
Lo stimolo ad urinare spesso è un problema frequente in gravidanza, l'incremento progressivo del volume dell'utero provoca una compressione sulla vescica.
Un rene ormai compromesso
Un reflusso vescico-ureterale congenito ha portato ad un rene ormai compromesso. Togliere il rene o correggere il difetto? I consigli dell'urologo.
Difetto interventricolare
Un buchino in mezzo al cuore domande e risposte sul difetto interventricolare.
Idrocefalo
L'idrocefalo è una malattia in cui si ha un accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello delle cavità del cervello.

Quiz della settimana

In media qual è l'altezza di un maschietto al compimento dei due anni di vita?
80-81 cm
83-84 cm
87-88 cm
90-91 cm