ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sferocitosi

La sferocitosi è una anemia ereditaria caratterizzata da una particolare fragilità dei globuli rossi che si rompono con facilità, liberando emoglobina nel sangue e determinando un lieve ittero.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

A mio figlio di 7 anni e 1/2 hanno diagnosticato una sferocitosi ereditaria. Per soluzione mi è stata prospettata l'asportazione della milza. Vorrei sapere se questa è l'unica soluzione o se ci sono altre profilassi che possano evitare l'intervento. Tra l'altro anche noi genitori ci stiamo facendo delle analisi per determinare quali dei due è affetto, perché qualora si accertasse ciò si dovrebbe procedere anche per noi con la splenectomia. Abbiamo scoperto la malattia dopo che nostro figlio è stato per parecchi giorni forti dolori addominali. Dopo aver girato senza venire a capo del problema vari "pronto soccorso", abbiamo insistito presso il nostro pediatra per una analisi del sangue più approfondita dei normali controlli, anche perché presentava un leggero ittero. In seguito alle analisi siamo andati in un centro specializzato che ha posto la diagnosi, stabilendo che i "dolori di pancia" erano una vera e propria crisi emolitica.

La sferocitosi è una anemia ereditaria (autosomica dominante, cioè con trasmissione da genitore malato a figlio malato) caratterizzata da una particolare fragilità dei globuli rossi. Questi, per effetto di una bassa resistenza della loro membrana, si gonfiano (sferociti, cioè cellule a palla) e poi si rompono con facilità, liberando emoglobina nel sangue e determinando di conseguenza un lieve ittero persistente (di solito alle sclere: occhi giallastri). Questo meccanismo di distruzione dei globuli rossi si chiama emolisi e avviene prevalentemente nella milza, che infatti nella sferocitosi è spesso ingrossata (splenomegalia).

La diagnosi della sferocitosi si fa in laboratorio, mediante una prova detta "resistenze globulari osmotiche", con cui si verifica proprio la fragilità dei globuli rossi. Un vecchio detto degli ematologi era che si trattasse "più di itterici che di malati", nel senso che, di solito, oltre all'ittero non ci sono altri disturbi: il midollo osseo lavora di più per ricostituire i globuli rossi distrutti e la cosa finisce lì.

Tuttavia, la sferocitosi può dare diversi problemi: in occasione di infezioni virali da Parvovirus B19 (lo stesso virus che causa la quinta malattia) ci possono essere delle crisi di arresto della produzione midollare (crisi aplastiche di Owren), per cui i globuli rossi non vengono rimpiazzati ed il paziente va incontro ad anemia acuta; crisi emolitiche acute possono causare dolori addominali importanti, oltre che anemia severa; spesso il carico di bilirubina da smaltire finisce col determinare una calcolosi della colecisti.

Per questi motivi, l'asportazione della milza (splenectomia) è indicata nella sferocitosi, in quanto consente di allungare la sopravvivenza dei globuli rossi ed evitare le suddette complicanze. L'intervento va di regola eseguito dopo i quattro anni. Il bambino dovrà poi essere sottoposto a vaccinazione anti-pneumococcica, in quanto la splenectomia espone ad un maggior rischio di infezioni causate da quel germe.

1/1/1997

4/7/2016

I commenti dei lettori

Avendo sofferto in passato della sindrome dell'anemia emolitica nella sferocitosi e avendo esportato la milza..la mia domanda è la seguente: con una possibile futura gravidanza quali sono i rischi che corre il mio bambino e anche me stessa? sarei molto grata di una risposta...

16/12/2010

Abbiamo una bambina di 8 mesi, alla nascità le hanno riscontrato un problema di anemia. Abbiamo trasfuso una volta e rischiato di trasfondere a causa di febbre, un'altra.  "Finalmente" all'ultimo controllo fatto oggi, ci confermano la diagnosi: anemia emolitica da sferocitosi. Da alcune ricerche però mi pare di avere appreso che è una malattina ereditaria, ai vari test a cui siamo stati sottoposti anche noi, siamo risultati negativi.

Gianfranco (BA) 21/03/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sferocitosi"

Come si eredita il favismo?
Il favismo è una malattia ereditaria a rischio di grave crisi di anemia se il malato mangia delle fave.
Quinta malattia: sintomi e terapia nei bambini
La quinta malattia è una malattia esantematica dei bambini; i sintomi sono arrossamento alle guance ed eruzione al corpo; il Parvovirus B19 non ha terapia.
Le sono aumentate le piastrine
Piastrine aumentate: quali sono le conseguenze?
Globuli rossi piccoli
I globuli rossi più piccoli del normale possono dipendere da una carenza di ferro.
Talassemia
I "portatori sani" come spesso definiamo i soggetti eterozigoti di talassemia sono da considerare soggetti del tutto normali.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare