ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sindattilia: ha le dita attaccate

La sindattilia (la fusione congenita di dita della mano o del piede) è una delle malformazioni congenite più frequenti. Ancora controversa è l'età ideale per eseguire la separazione chirurgica.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Vorrei ricevere informazioni sulla sindattilia, malformazione di cui é affetto un bambino di circa 2 anni

La sindattilia (la fusione congenita di dita della mano o, più raramente, del piede) è una delle malformazioni congenite più frequenti, dell’ordine di circa un caso ogni 2.500 nati vivi ed è dovuta alla mancata separazione delle strutture embrionarie della mano o del piede, che normalmente si verifica tra la sesta e l’ottava settimana di gestazione. All’incirca in un 10% dei casi è su base ereditaria.

La sindattilia può essere completa quando il ponte cutaneo, cioè la membrana che unisce due dita adiacenti, si estende fino all’estremità delle dita oppure può essere incompleta quando l’unione si arresta a livelli più bassi, nella commissura tra le dita. Questa malformazione inoltre può essere isolata o far parte di sindromi malformative più complesse, e può interessare solo le parti molli oppure associarsi a fusioni ossee. La sindattilia più frequente è quella tra il dito medio e l’anulare, e poi, nell’ordine, tra anulare e mignolo, tra indice e medio e tra pollice ed indice. Ancora controversa è l’età ideale per eseguire la separazione chirurgica delle sindattilie. Un intervento molto precoce, nei primi medi di vita, dà il vantaggio di evitare disturbi di crescita delle dita più lunghe quando esse siano unite a dita più corte e permette al bambino di iniziare prima l'uso coretto della mano.

Dall’altra parte l’intervento è tecnicamente più difficoltoso a causa delle piccole dimensioni delle strutture anatomiche che devono essere separate. Un intervento procrastinato nel tempo, riduce le difficoltà tecniche ma espone il paziente al rischio di disturbi nella crescita delle dita, che possono portare ad una loro deformazione e a possibili rigidità articolari. In linea di massima i tempi per l’intervento sono intorno ai sei mesi di vita per le sindattilie tra pollice ed indice, intorno all’anno per quelle tra anulare e mignolo, tra uno e due anni per quelle tra indice e medio e tra i due e i quattro anni per le sindattilie tra il dito medio e l’anulare.

1/4/1999

17/10/2016

I commenti dei lettori

Salve mia figlia è nata con 5 dita piu un piccolo dito attaccato al mignolo del piede ...... potrei avere qualche spiegazione per come la posso guarire e in che tempi posso farlo ?

FABIO (NA) 03/09/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sindattilia: ha le dita attaccate"

Sindattilia: le dita della mano sono attaccate
La sindattilia è l'anomalia congenita più frequente della mano (1:2.500 nati viti) e colpisce per lo più il sesso maschile.
Dita accavallate
Mio figlio di sette mesi ha il secondo dito del piede quasi del tutto accavallato sul terzo. Come si può risolvere questo problema?
Dita del piede sovrapposte
E' nato con le dita del piede sovrapposte. Se ha dolore, può rendersi necessario l'intervento chirurgico.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Succhia il dito
Succhia il dito. Lo fa maggiormente quando è stanco, malato o particolarmente teso. I consigli di come farlo smettere.
Pollice a scatto
Il dito a scatto consiste in una difficoltà meccanica di un tendine a scorrere nella sua guaina.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Lasciarlo figlio unico?
Meglio figlio unico? Vantaggi e svantaggi del dargli un fratellino. I consigli della psicologa.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.
Speciale bruxismo
Il bruxismo: cosa significa e come si cura. Il bambino può scaricare la tensione emotiva interna battendo o digrignando i denti.
Doppio distretto renale
Il doppio distretto renale è la più frequente variazione anatomica delle vie urinarie e nella maggioranza dei casi non si associa ad alcun problema.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".

Quiz della settimana

Chi è colpito dall'emofilia?
Soprattutto i maschi
Soprattutto le femmine
Entrambi i sessi, senza differenze