ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sindrome di Brown

La causa più comune di Sindrome di Brown è una difficoltà di scorrimento del tendine dell'obliquo superiore dell'occhio. È una condizione che non sempre necessita di trattamento chirurgico.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

A mia figlia di quattro anni è stato diagnosticato un sospetto di sindrome di Brown. Di cosa si tratta? Che conseguenze porta? È curabile?

La causa più comune di Sindrome di Brown è una difficoltà di scorrimento del tendine dell'obliquo superiore (N.d.R.: il muscolo obliquo superiore, detto anche grande obliquo, è il più lungo e sottile dei muscoli oculari ed ha la funzione di ruotare ed abbassare il bulbo oculare). È una condizione che non sempre necessita di trattamento chirurgico per due ragioni: può risolversi spontaneamente e non sempre si associa a significative anomalie della posizione del capo. Infatti l'indicazione all'intervento è proprio legata alla postura del capo che si presenta iperesteso (mento sollevato) ed inclinato.

Raramente si associa all'"occhio pigro" (N.d.R.: l'occhio ambliope, detto anche "occhio pigro", è un occhio che non presenta una specifica patologia ma che, tuttavia, non è capace di vedere bene perché è stato utilizzato meno dell'altro occhio sano durante il suo periodo di sviluppo).

11/2/2003

1/4/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sindrome di Brown"

Anisocoria
Mio figlio soffre di anisocoria. Da che cosa è causata?
Strabismo e febbre
Lo strabismo come conseguenza di episodi febbrili è solitamente dovuto ad una paralisi benigna del sesto nervo oculomotore o nervo abducente.
Strabismo ad insorgenza improvvisa
Ha avuto due episodi (a distanza di 24 ore) di improvviso strabismo convergente. L'oculista ha parlato di strabismo causato da cefalea.
Strabismo dalla nascita
E' affetta da strabismo dalla nascita. Mi hanno consigliato l'occlusione dell'occhio sano per evitare l'ambliopia per tre ore al giorno. Saranno sufficienti?
Ambliopia e allattamento
La mamma affetta da ambliopia (occhio pigro) corre rischi nell'allattare?
Vero e falso in oculistica
Una serie di risposte flash a domande frequenti in oculistica.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Craniostenosi
Con il termine di craniostenosi si intende una malformazione del cranio dovuta ad un’alterazione dell'ossificazione.
I pidocchi
La scheda sui pidocchi (pediculosi) a cura della Associazione per la Ricerca in Pediatria. Come ci si contagia e come ci si cura.
La corretta alimentazione del bambino
Per promuovere uno sviluppo corretto è importante educare i bambini a consumare un’ampia varietà di alimenti per arrivare ad una corretta alimentazione.
Gravidanza: credenze e luoghi comuni
Luoghi comuni, fantasie, leggende, credenze popolari sulla gravidanza. Un viaggio fra voglie e segni premonitori, per sorridere insieme, senza stress.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.

Quiz della settimana

Avete notato, sulla cute del vostro piccolo di due anni, una decina di macchie color caffè-latte. Che cosa fate?
Nulla
Cercate di approfondire la diagnosi
Aspettate che sia più grande per farlo vedere ad un dermatologo
Pensate che si tratti di nei della pelle