ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sindrome di Klinefelter

La sindrome di Klinefelter è una malattia causata dalla presenza di un cromosoma X in più nei maschi. Prima della pubertà non si osservano in genere sintomi se non per l'elevata statura dei pazienti.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Vorrei avere notizie sulla sindrome di Klinefelter.

Il cariotipo (cioè il corredo cromosomico dell’individuo) di tipo 47, XXY è tipico della sindrome di Klinefelter, un’anomalia genetica che si caratterizza per la presenza di testicoli piccoli e duri, di azoospermia (mancanza di spermatozoi mobili nel liquido seminale), di ginecomastia (aumento del volume delle mammelle), di aumento delle gonadotropine (ormoni sessuali) plasmatiche in maschi con due o più cromosomi X.

La sindrome è sicuramente la più comune fra le anomalie della differenziazione sessuale, con un'incidenza di 1 su 500 maschi. Prima della pubertà non si osservano in genere sintomi se non per l'elevata statura dei pazienti, ed i testicoli, ancora piccoli, appaiono del tutto normali. Dopo la pubertà la sindrome di Klinefelter si manifesta con sterilità, ginecomastia (prevalentemente bilaterale e indolore, qualche volta deturpante), scarsa virilizzazione (ridotto sviluppo del pene, modesta peluria alle ascelle e al pube, testicoli piccoli) e aspetto longilineo, con arti lunghi e muscolatura poco sviluppata, che ricorda un eunuco (gli individui castrati dell’antica Grecia che tenevano in custodia le donne).

Solitamente sono presenti elevati tassi plasmatici di gonadotropine, cioè dell’ormone follicolo-stimolante (FSH) e dell’ormone luteinizzante (LH); in circa un terzo o la metà dei casi compaiono obesità e varici alle vene. Possono inoltre associarsi alterazioni della ghiandola tiroidea, lieve ritardo mentale, diabete, disadattamento sociale e malattie dell'apparato respiratorio. La maggior parte dei pazienti manifesta un comportamento psicosessuale di tipo maschile, con una funzione sessuale spesso normale.

Circa il 10% delle sindromi di Klinefelter presenta una variante genetica detta mosaicismo (in cui sono presenti, nello stesso individuo, due o più linee cellulari con corredo cromosomico diverso). Questa variante è sicuramente meno grave della forma classica 47, XXY per cui spesso, in questi pazienti, i testicoli possono essere di dimensioni normali, le alterazioni endocrine di entità minore, la ginecomastia e l'azoospermia meno frequenti, tanto che, talvolta, tali individui possono essere anche fertili.

Non esistono metodi efficaci per correggere la sterilità, mentre la ginecomastia può richiedere l'intervento chirurgico. In alcuni pazienti con scarsa virilizzazione può rivelarsi utile la somministrazione supplementare di testosterone, l’ormone sessuale maschile.

21/6/2000

29/12/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sindrome di Klinefelter"

Sindrome del cri du chat
Il nome, che in francese significa "grido del gatto", deriva dal caratteristico suono, simile ad un miagolio, che emettono i neonati affetti.
UNITASK
Una associazione ONLUS per i genitori ed i medici contro la Sindrome di Klinefelter.
La sindrome di Turner
Nella sindrome di Turner è presente un solo cromosoma X, invece dei due che hanno normalmente le femmine.
Il cromosoma XYY
Mio figlio ha un cromosoma Y in più, cioè XYY. Quali problemi comporta avere in più questo cromosoma? Questi soggetti vanno seguiti fin da piccoli.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

E' necessaria la profilassi con Vitamina K in un neonato?
Il neonato è carente di vitamina K ed è importante fornire una supplementazione.
Uso del montelukast nei bambini piccoli
Esistono controindicazioni ad usare gli antileucotrieni Montelukast nei bambini piccoli? Il parere del Pediatra.
Varicella del neonato: gli anticorpi della mamma possono prevenirla?
Se il fratello maggiore contraesse la varicella, il neonato sarebbe a rischio di contagio.
Bambino troppo vivace a scuola
E' fondamentale cercare con serenità di capire i veri motivi che spingono i bambini a comportarsi in modo così vivace. I consigli dello psicologo.
Igiene dentale
I consigli da seguire per l'igiene dei nostri denti.

Quiz della settimana

Come si corregge una ernia ombelicale del diametro di 2 cm in un bambino di sei mesi di età?
Applicandovi sopra un cerotto
Con un intervento chirurgico immediato
Entrambe le cose sono da fare
Non si deve fare nulla