ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sindrome di Wolf-Parkinson-White

La sindrome di Wolf-Parkinson-White, chiamata anche molto comunemente WPW, è una malattia congenita caratterizzata da un disturbo della conduzione atrio-ventricolare.

a cura di: Prof. Giovanni Stellin (cardiochirurgo)

Mi potete spiegare che cosa è, e come si può risolvere, l'aritmia sopraventricolare con sindrome di Wolf di tipo A non a rischio?

La sindrome di Wolf-Parkinson-White, chiamata anche molto comunemente WPW, è una malattia congenita caratterizzata da un disturbo della conduzione atrio-ventricolare dovuto ad un fascio anomalo che "salta" la normale via di conduzione tra gli atri ed i ventricoli scatenando una tachicardia. Nel cuore esistono delle cellule specializzate che conducono un impulso elettrico che permette al cuore di muoversi in modo ritmico, anticipando di un tempuscolo la contrazione atriale rispetto a quella ventricolare.

Il fascio di conduzione nasce dall'atrio e, nel propagarsi ai ventricoli, viene rallentato a livello della giunzione atrio-ventricolare (nodo a-v). Se esiste una via aberrante che "salta" questa isoletta di cellule che rallenta l'impulso elettrico dagli atri ai ventricoli, si può scatenare una tachicardia, che non è altro che un battito ad alta frequenza (e pertanto anomalo) del cuore. La diagnosi viene fatta con un semplice elettrocardiogramma che mostra delle onde aberranti, chiamate onde delta. Nella maggior parte dei casi vi è un esordio con tachicardia che porta spesso alla diagnosi clinica ed elettrocardiografica.

Il trattamento iniziale consiste nel controllo della tachicardia con farmaci antiaritmici. Non dovessero questi essere efficaci, una soluzione definitiva dell'anomalia consiste nell'entrare con un catetere nel cuore attraverso una vena femorale e distruggere, attraverso una crioablazione, il fascio anomalo.

12/12/2000

1/10/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sindrome di Wolf-Parkinson-White"

Pre-eccitazione ventricolare
La Sindrome da pre-eccitazione è causata da ponti muscolari tra gli atri e i ventricoli, ponti composti da fibre muscolari cardiache.
Tachicardia
Il battito normale del suo cuore è molto rapido, sempre, anche quando dorme.
Una tachicardia inspiegabile
Ho fatto ricoverare mia figlia per una tachicardia. Dagli esami non è risultato nulla ed è stata dimessa come se non fosse accaduto nulla.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si raccolgono le urine per l'urinocoltura?
Per avere risultati attendibili nell'esame delle urine è necessario rispettare alcune regole nella raccolta.
Il bambino che morde
Dopo l'anno di età il bambino morde per scoprire quello che lo circonda. Dopo i due-tre anni diventa un modo per esprimere rabbia e intimidire i coetanei.
Un apparecchio per il controllo del respiro del neonato
L'apparecchio per il controllo del respiro del neonato purtroppo non assolve l'obbiettivo ovvero non suona quando a volte un bambino presenta un'apnea.
Epitelioma calcifico di Malherbe
L'Epitelioma calcifico di Malherbe è una rara lesione della pelle. Va rimossa chirurgicamente.
Ipoglicemia neonatale
L'ipoglicemia è un'evenienza frequente nel periodo neonatale. Un calo di zucchero è più frequente nei prematuri.

Quiz della settimana

Con che frequenza compaiono i cosiddetti "dolori di crescita" nei bambini sani?
2-3%
5-10%
10-20%
20-30%