ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Tachicardia

La tachicardia, come termine generico, definisce un ritmo del cuore più veloce della norma; da cosa questo dipenda è la cosa importante.

a cura di: Dott. Massimo Chessa (cardiologo)

Ha una frequenza cardiaca elevata A mio figlio di quasi cinque anni è stata diagnosticata una tachicardia. Ha fatto l'esame Holter (N.d.R.: la registrazione continua dell'attività cardiaca per 24 ore in modo da poter cogliere ogni eventuale alterazione del ritmo cardiaco) per un'intera giornata quando era ancora molto piccolo, meno di due anni e ci hanno detto che tutto va bene. Ma il battito normale del suo cuore è molto rapido, sempre, anche quando dorme. Ciò gli può causare dei fastidi o dei problemi nella vita di tutti i giorni?

Carissima lettrice, il problema da lei sottoposto non è molto chiaro. Infatti la sola definizione di tachicardia non è sufficiente per dare una valutazione di quanto importante sia il problema. La tachicardia, come termine generico, definisce un ritmo del cuore più veloce della norma; da cosa questo dipenda è la cosa importante. Infatti se tale frequenza è superiore a 180 battiti per minuto o anche 140 durante il sonno o a riposo, allora sarebbe indicato qualche esame per rivalutare il problema.

L'esame Holter delle 24 ore andrebbe quindi ripetuto, ma questo a giudizio del suo cardiologo pediatra curante, che dovrebbe essere avvertito di tale situazione. Se tale tachicardia fosse riconducibile ad una patologia del ritmo, sarebbero possibili terapie con farmaci o con interventi chirurgici (sulle vie di conduzione dell'impulso cardiaco). Tuttavia questo varia moltissimo in relazione alla corretta diagnosi. Per tale motivo la invito a sentire un collega esperto in problemi del ritmo ed in seguito ad una eventuale diagnosi potremo riparlare di quale possono essere le conseguenze e le terapie.

13/7/2001

19/7/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Tachicardia"

Sindrome di Wolf-Parkinson-White
La Sindrome di Wolf-Parkinson-White è una forma di aritmia del cuore.
Pre-eccitazione ventricolare
La Sindrome da pre-eccitazione è causata da ponti muscolari tra gli atri e i ventricoli, ponti composti da fibre muscolari cardiache.
Una tachicardia inspiegabile
Ho fatto ricoverare mia figlia per una tachicardia. Dagli esami non è risultato nulla ed è stata dimessa come se non fosse accaduto nulla.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Insonnia in gravidanza
Dal quinto mese di gravidanza in poi un po' di insonnia è normale. Che fare? I consigli dell'esperto.
Lo sviluppo motorio nel primo anno di vita
Esiste una grande variabilità nei tempi oltre che nelle modalità dello sviluppo motorio nel primo anno di vita.
Un elettrocardiogramma per tutti i neonati
Una proposta per prevenire le morti in culla.
Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Ha la fontanella pulsante
Ha la fontanella pulsante perché i capelli in corrispondenza della fontanella si alzano e si abbassano ritmicamente.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano