ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Tenere il televisore acceso con un neonato

Per limitare l'esposizione elettromagnetica, è opportuno che il neonato stia almeno a 2-3 metri di distanza dal televisore quando è acceso e in generale lontano dagli elettrodomestici in funzione.

a cura di: Dott. Massimo Generoso (pediatra)

Vorrei un parere sul corretto comportamento da tenere riguardo all'uso del televisore acceso in presenza di un neonato: tenendolo acceso solamente di sera, quanto è dannoso per lui? La mia domanda si riferisce ai danni causati dalle onde elettromagnetiche.

Ogni giorno e in ogni luogo ognuno di noi è sottoposto all'azione delle onde elettromagnetiche, una forma di energia invisibile che è presente in natura (creata dal calore, dall'elettricità atmosferica, dal magnetismo planetario), ma che è soprattutto generata dall’uomo, (linee elettriche, elettrodotti ad alta tensione, televisori, computer, lavatrici, frigoriferi, aspirapolvere, forni a microonde, telefoni cellulari…).


Al momento non ci sono ancora dati scientifici inconfutabili, ma alcuni studi cominciano a correlare l’esposizione a onde elettromagnetiche a danni anche gravissimi alla salute (tumori cerebrali, leucemie infantili).


E’ quindi buona norma sostare il minor tempo possibile in vicinanza di un qualsiasi elettrodomestico mosso da un apparato elettrico a motore, sia esso una lavapiatti o un frullatore o un asciugacapelli. E questo vale, ovviamente, in particolar modo per i bambini, soggetti più delicati.


La televisione genera un campo magnetico difficilmente misurabile, anche con strumenti sensibili, ma è comunque consigliabile evitare di tenere il televisore acceso in presenza di un neonato. Se questo non fosse possibile, per limitare l’esposizione elettromagnetica, è opportuno stare almeno a 2-3 metri di distanza dallo schermo del televisore. Attenzione: le regioni di spazio in cui il campo magnetico emesso dal televisore è più elevato sono quelle laterali e quella posteriore!

15/5/2012

28/10/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Tenere il televisore acceso con un neonato"

La televisione a un bambino piccolo
E' preferibile far vedere una TV per bambini adatta al suo livello di sviluppo, con orari ben scanditi, in compagnia di un adulto.
Televisione e cartoni animati per i bambini
La televisione non deve diventare la "baby-sitter" automatica per parcheggiare il bimbo o per sedare stati di agitazione. Un consiglio per un uso corretto.
Vero e falso in oculistica
Una serie di risposte flash a domande frequenti in oculistica.
Il bambino e la televisione
Il bambino e la televisione: un decalogo per un uso corretto della televisione.
Il televisore e i bambini
Sarà penalizzato rispetto agli altri bambini per non avere il televisore? I pro e i contro di non avere il televisore in casa.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cresce poco, ma è vivacissimo
Se il bambini cresce poco, ma ha una curva di crescita graduale e costante, in genere, non dovrebbero esserci problemi.
Stimolo ad urinare spesso in gravidanza
Lo stimolo ad urinare spesso è un problema frequente in gravidanza, l'incremento progressivo del volume dell'utero provoca una compressione sulla vescica.
Un rene ormai compromesso
Un reflusso vescico-ureterale congenito ha portato ad un rene ormai compromesso. Togliere il rene o correggere il difetto? I consigli dell'urologo.
Difetto interventricolare
Un buchino in mezzo al cuore domande e risposte sul difetto interventricolare.
Idrocefalo
L'idrocefalo è una malattia in cui si ha un accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello delle cavità del cervello.

Quiz della settimana

In media qual è l'altezza di un maschietto al compimento dei due anni di vita?
80-81 cm
83-84 cm
87-88 cm
90-91 cm