ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Trauma di un dente da latte

Ci hanno consigliato di mettere una protesi nello spazio del dente perso per permettere di mantenere il giusto spazio tra i denti ed evitare di dover mettere in futuro un apparecchio.

a cura di: Dott.ssa Carla Fonda (odontoiatra e protesista dentale e specialista in ortodonzia)

Mio figlio di 3 anni ha avuto un trauma al volto con l'avulsione completa dell'incisivo superiore di destra, ho fatto una lastra digitale che ha escluso fratture o residui del dente, l'alveo e slargato e non ha permesso di riposizionare il dente. Mi è stato proposto di posizionare una protesi nello spazio del dente perso (da una dentista mia amica e quindi non interessata all'aspetto economico) per permettere di mantenere il giusto spazio tra i denti ed evitare di dover mettere in futuro un apparecchio per l'arcata superiore. Il pediatra di famiglia mi invece detto di lasciare cosi il bambino e non mettere nulla! Che mi dite al riguardo?

La protesi utilizzata quale mantenitore di spazio per i denti frontali (incisivi) ha un'indicazione puramente estetica. In generale, infatti, il mantenitore di spazio viene utilizzato in situazioni in cui viene perso un elemento dentario da latte (deciduo) nei settori posteriori della bocca (molarini decidui) in prossimità di elementi dentari definitivi già erotti o in via di eruzione che potrebbero effettivamente spostarsi e “portare via spazio” ad un dente definitivo che dovrà erompere molto tempo dopo.

Nel caso in questione, l'incisivo superiore è il primo dente che eromperà nell'arcata superiore, per cui troverà lo spazio necessario, sempre che non si evidenzino  altre problematiche ortodontiche indipendenti dalla perdita precoce dell'incisivo da latte.

8/6/2010

16/5/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Trauma di un dente da latte"

La carie da biberon
La carie da biberon è indotta dall'uso scorretto del biberon. Riguarda la fascia dei bambini di età compresa fra 1 e 4 anni.
È rientrato il dente da latte
Dopo un trauma gli è rientrato il dente da latte.
Pulire i dentini da latte
Vorrei sapere come pulire i dentini da latte e a che età incominciare l'igiene della bocca.
Ha nove incisivi invece di otto
Il quinto incisivo deciduo inferiore è un'anomalia non rarissima e può anche ripresentarsi nella dentatura permanente.
Mantenitori di spazio
I mantenitori di spazio sono apparecchi per tenere il posto ad un dentino che è caduto.
Colore dei denti
I denti, sia superiori che inferiori, hanno assunto una colorazione giallo-ocra. E' consigliabile una visita dal dentista.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo