ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Vaccinazione contro la varicella durante l'allattamento

Secondo uno studio condotto su neo mamme vaccinate contro la varicella, il virus contenuto in questo vaccino non passa nel loro latte, quindi non era infettivo per il loro neonato.

a cura di: Dott. Rocco Russo (pediatra)

Non ho mai contratto la varicella e ho un neonato di cinque mesi. Non appena possibile vorrei iniziare a cercare il secondo figlio ma, considerando che il mio bambino andrà  al nido tra pochi mesi, penso che dovrei vaccinarmi per non esporre il feto a un rischioso contagio. Vorrei sapere: posso vaccinarmi anche adesso mentre allatto? Quanto devo aspettare dalla seconda dose prima di pianificare la gravidanza? Ho preso le immunoglobuline al parto in quanto Rh negativo: quanto deve passare dalla somministrazione di immunoglobuline al vaccino? Chi somministra il vaccino?

Secondo uno studio condotto su neo mamme che venivano vaccinate contro la varicella, il virus contenuto in questo vaccino non passava nel loro latte, quindi non era infettivo per il loro neonato. E' possibile perciò vaccinarsi anche durante l'allattamento.

Tra l'ultima dose di vaccino per la varicella ed un'eventuale gravidanza, le indicazioni internazionali consigliano un intervallo non inferiore ai trenta giorni, ma bisogna anche prendere atto che il nostro attuale Piano Nazionale Vaccini 2012-2014, prevede un intervallo un po' più lungo e pari a tre mesi (volendo, si può anche attenere a quest'ultima raccomandazione).

La vaccinazione antivaricella deve essere rimandata di almeno tre  mesi dopo l'ultima somministrazione di immunoglobuline anti-D, in quanto l'effetto del vaccino può risultare essere ridotto, ma non pericoloso.

Il vaccino può essere somministrato dal suo Medico curante (previo acquisto in Farmacia) o dal Centro vaccinale per gli adulti della sua ASL.

12/12/2012

31/7/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vaccinazione contro la varicella durante l'allattamento"

Atassia cerebellare dopo varicella
Sebbene raramente, la varicella può complicarsi a livello neurologico con meningoencefalite o atassia cerebellare.
L'allattamento: siti da visitare
Consigli utili per approfondire l'allattamento.
Libri sull'allattamento
Vi consigliamo due libri da leggere sull'allattamento che forniscono consigli pratici e ci dicono come viene vissuto l'allattamento materno in altre culture.
Perché non ha preso la varicella?
La varicella è una malattia virale altamente contagiosa.
Varicella in gravidanza
La varicella in gravidanza può avere conseguenze diverse per il feto in base al periodo di gravidanza.
Varicella in gravidanza
Contrarre la varicella in gravidanza è una situazione rara, ma non rarissima: leggi i nostri consigli.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Sport e allattamento
Non ci sono controindicazioni alla pratica di uno sport durante l'allattamento.
Stenosi congenita dei canali lacrimali
I suoi occhi continuano a lacrimare malgrado sia stato sottoposto a sondaggio delle vie lacrimali.
Sterilità e fecondazione assistita
Si parla di sterilità quando la coppia non riesce a concepire dopo un anno di rapporti sessuali regolari. La fecondazione assistita può essere la soluzione.
Idronefrosi
L'idronefrosi congenita è una dilatazione del pelvi renale e dei calici renali dovuta ad una anomalia congenita della giunzione tra il rene e l'uretere.
Speciale: l'ABC del nasino sano
Quasi tutti i piccoli e grandi malanni dei nostri piccoli iniziano dal naso. Trattiamolo con cura.

Quiz della settimana

Lo scorbuto è una malattia causata dalla carenza di una vitamina. Quale?
Vitamina A
Vitamina C
Vitamina E
Vitamina K