ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Vaccino contro tubercolosi

Il vaccino contro tubercolosi è costituito dal batterio tubercolare che viene reso incapace di provocare la vera malattia ma rimane in grado di stimolare le difese dell'organismo.

a cura di: Dott. Rocco Russo (pediatra)

Vivendo in Polonia ed essendo qui obbligatoria, abbiamo fatto vaccinare nostro figlio di sette mesi contro la tubercolosi (in Polonia viene fatta poco dopo la nascita). Poichè il dottore ci ha presentato un quadro disastroso - da sei settimane a sei mesi di reazioni, senza poter bagnare il punto, senza prendere il sole, possibilità  di ascessi ecc - e avendo anche fatto vaccinare nostra figlia di nove anni, volevo chiedere se effettivamente c'è il rischio di queste reazioni "spropositate", oppure se è allarmismo.

Il vaccino contro tubercolosi è costituito dal batterio tubercolare che, a seguito di particolari trattamenti di laboratorio, viene reso incapace di provocare la vera malattia, ma rimane ugualmente in grado di stimolare le difese dell'organismo contro l'infezione naturale (vaccino vivo ed attenuato).

Il vaccino viene somministrato nella regione superiore del braccio, e nel sito dell'inoculazione, nei giorni successivi alla vaccinazione, con una frequenza di 1-2% dei casi vaccinati, si forma una "papula" (rossastra, non dolente, secernente siero) e poi una crosticina che, cadendo, lascia una piccola cicatrice permanente.

Tutta l'evoluzione è assolutamente normale! Nei rarissimi casi di dolori ossei e di importanti rigonfiamenti dei linfonodi si consiglia di consultare il medico al fine di valutare l'opportuno trattamento!

Ci tengo a farle presente che in nessuno dei più importanti testi di Pediatria, viene riporto alcun quadro disastroso, simile a quello paventato dal suo Medico, per cui vaccini tranquillamente sua figlia contro la tubercolosi, secondo le indicazioni vigenti in Polonia.

12/1/2011

18/6/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vaccino contro tubercolosi"

Tubercolosi in famiglia
Un caso di tubercolosi in famiglia: i bambini devono fare il vaccino? I consigli del Pediatra.
Il vaccino contro la tubercolosi
Il vaccino contro la tubercolosi è costituito dal batterio tubercolare, che viene reso incapace di provocare la vera malattia.
Linfadenite tubercolare
Il termine di linfadenite tubercolare indica l'infiammazione di una o più ghiandole linfatiche (linfonodi).
Tubercolosi
Un caso di tubercolosi a scuola. Quali sono i rischi per i compagni di scuola?
Eritema nodoso
L'eritema nodoso del bambino è un'infiammazione del tessuto sottocutaneo profondo che si presenta sotto forma di lesioni di tipo nodulare, rotondeggianti.
Pneumomediastino e pneumotorace
Pneumomediastino e pneumotorace: le differenze tra le due malattie.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: quali vantaggi?
L'allattamento al seno rappresenta in assoluto il miglior tipo di alimentazione per il bambino nei suoi primi mesi di vita.
I disturbi del sonno nei neonati e nei bambini
Disturbi del sonno nei neonati: si svegliano parecchie volte di notte. Come facilitare il sonno nei bambini: i consigli del Pediatra.
Sindrome di West
La sindrome di West è una malattia epilettica con esordio nel 1° anno di vita, caratterizzata dalla presenza di spasmi epilettici.
Allattamento artificiale: come faccio a fargli accettare il biberon?
Consigli per far accettare il biberon in corso di allattamento artificiale.
Incompatibilità da RH in gravidanza
L'identificazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh deve essere sempre fatta all'inizio della gravidanza per tutelare la salute fetale.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza