ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

La vitamina B8 o biotina

La vitamina B8 o biotina è presente in molti alimenti, tra cui il pollo, il tuorlo d'uovo, le nocciole, i funghi e alcuni legumi. La biotina partecipa alla sintesi degli zuccheri e degli acidi grassi.

a cura di: Dott. Massimo Generoso (pediatra)

Dove si trova

Questa vitamina è idrosolubile cioè si scioglie in acqua. Si trova soprattutto nel fegato, nel pollo, nel tuorlo d’uovo, nelle nocciole, nei funghi, nei legumi (fagioli, soia). E’ anche abbondantemente sintetizzata dai batteri normalmente residenti nell’intestino. La massima perdita per cottura è del 60% del quantitativo totale.

A che cosa serve

La biotina partecipa alla sintesi degli zuccheri e degli acidi grassi.

Che cosa succede se manca

Essendo una vitamina molto presente negli alimenti e prodotta anche dai batteri intestinali, non è di solito carente nell’organismo. Una carenza può instaurarsi in seguito a prolungato uso di antibiotici che inibiscono la crescita dei batteri intestinali. Un’altra possibile causa di carenza è costituita da una prolungata dieta ricca di bianco d’uovo crudo; infatti il bianco contiene una sostanza chiamata avidina che inattiva la vitamina B8.

Le manifestazioni da carenza sono lesioni alla pelle (desquamazione), apatia, mancanza di appetito, stanchezza e infiammazione della lingua (glossite).

9/9/2009

1/12/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La vitamina B8 o biotina"

Vitamine e gravidanza
E' utile integrare l'alimentazione della mamma in gravidanza con vitamine e sali? I consigli del pediatra.
Il sodio
Il sodio si trova in quasi tutti i cibi, soprattutto nel cloruro di sodio (il sale comune). Una carenza di sodio causa calo della pressione, crampi, debolezza.
La vitamina B5
La vitamina B5, detta anche acido pantotenico, è molto diffusa in tutti gli alimenti sia animali che vegetali.
Lo iodio
Lo iodio si trova negli alimenti di origine animale e vegetale. Buone fonti sono il pesce l’aglio, i fagioli, le zucchine bianche, le bietole e le cime di rapa.
Le vitamine
Le vitamine sono composti chimici essenziali per le normali funzioni del nostro organismo.
Il potassio
Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale, in particolare nei cibi freschi non sottoposti a trattamenti di conservazione.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cortisone per la febbre
La cura deve essere proporzionata al disturbo. Per abbassare la febbre, normalmente, il farmaco di prima scelta è il paracetamolo.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte