ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Modigliana

L'11 novembre, a Modigliana (Fc) si festeggia il kiwi...

a cura di: Stefania Gonzales

L'11 novembre, a Modigliana (Fc) si festeggia il kiwi, frutto di origine cinese, ma diffuso in Australia e Nuova Zelanda, che ha trovato in questa parte dell'Emilia-Romagna il suo clima ideale. Non tutti i bambini lo conoscono, ma molti lo amano. E tra l'altro, ricco com'è di vitamina C, è un ottimo rimedio naturale contro raffreddori e influenzette di stagione. L'appuntamento di Modigliana, che si ripete ogni anno dal 1988 è l'occasione per mostrare ai bambini (ma anche agli adulti) i mille modi in cui si può consumare e cucinare: negli stand vasto assortimento di dolci, cocktail e long drink a base di kiwi. Oltre alle novità estere, alla festa non mancano i piatti tipici romagnoli, piadine, salumi, salsicce, caldarroste e vin brulé. Lungo le vie del paese si possono fare acquisti di funghi, prodotti del bosco e del sottobosco, miele, formaggi, salumi, oltre ai manufatti artigianali del mercato ambulante. Nel pomeriggio, si svolgono spettacoli con giocolieri, mangiafuoco, fachiri, funamboli, pagliacci che costruiscono palloncini per i bambini, cantastorie e musica.

Notizie utili.

La sagra si svolge dalle 9 alle 23 in piazza Don Minzoni, piazza Mazzini e corso Garibaldi - Modigliana. Per informazioni: tel. 0546.942.180. Ingresso: offerta libera. La storia di Modigliana si lega al nome della famiglia Guidi, una delle più potenti famiglie della Romagna-Toscana: persino Dante, nella Divina Commedia, ne cita un esponente, Guido Guerra, distintosi con i Guelfi nella battaglia di Benevento. La Rocca di Modigliana è solo un ricordo dell'importante castello che era nel Medioevo all'epoca del potentato dei Guidi. Il mastio fu costruito intorno al XII secolo insieme alle mura e alle torri in ciottoli di fiume. Una prima cinta girava intorno alla Rocca divisa in due corti, separate da un muro con una porta, che contenevano le cisterne per l'acqua, le case dei soldati e la cappella dedicata a S.Barbara. Da questa prima cinta muraria ne partiva una seconda che circondava l'attuale piazza Pretorio (il Borgo Vecchio) ed era a sua volta protetta dal torrente Ibòla che allora scorreva dove oggi c'è piazza Oberdan. Nel 1400 i Fiorentini iniziarono la costruzione dell'ultima cerchia (che chiudeva il Borgo Nuovo), adottando un nuovo tipo di muratura più bassa e di maggior spessore della precedente per essere più adeguate alla nuova artiglieria. L'abbandono della rocca coincise con la costruzione, alla fine del 1500, di nuove piazzeforti militari (come quella di Terra del Sole: ne parleremo la prossima settimana) più resistenti alle nuove armi. Nel corso dei secoli, il mastio è rimasto molto danneggiato e le mura quasi completamente distrutte: ne restano le cosiddette portacce e la porta del Borgo. Ancora affascinante è il ponte di S. Donato (XVIII secolo), detto della Signora perché costruito accanto alla villa La Colombaia il cui capo famiglia, all'epoca, era una nobildonna. Realizzato a schiena d'asino è formato da tre archi, di cui il centro molto ampio e alto sulle acque. In Internet: www.comune.modigliana.fc.it Come andare. A14 uscita Faenza, si attraversa il fiume Lamone sul Ponte Rosso e si entra nella valle del Marzeno. Al 20esimo chilometro siete arrivati.

Dove mangiare

La Cantina dei Conti (via A. Saffi, 14 - Modigliana tel. 0546.940.345): ristorante pizzeria con primi piatti e pizze. Chiuso il martedì. Agriturismo Fratelli Lecca (via Casale, 26 - località Pracchio, tel. 0546.942.122): solo ristorazione con i sapori della Sardegna. Si vendono formaggi.

Dove dormire

Agriturismo Casetta dei Frati: in collina, a 350 metri di altitudine, dispone di sei appartamenti per 26 posti. Ci sono giochi per bambini e un campetto di pallavolo. Si producono e vendono cibi di coltivazione biologica e si può pranzare (su prenotazione). Nelle vicinanze si può andare a cavallo, giocare a tennis o fare cure termali. E' in via Dei Frati, 8 - Modigliana. Telefono: 0546.941.445. Aperto tutto l'anno. Prezzi: 40/90mila lire al giorno.

15/7/2002

15/7/2002

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Astigmatismo ed occhiali
Gli hanno prescritto gli occhiali per un lieve astigmatismo: sono proprio necessari in un bambino piccolo? I consigli dell'oculista.
Circonferenza del cranio nel neonato
La circonferenza del cranio deve essere regolare per velocità di accrescimento e per dimensioni in base all'età del bambino.
Entra in crisi se le si toccano i giocattoli
A questa età è normale che se le toccano un giocattolo vada in crisi. I consigli della psicologa.
Cianosi
La cianosi è il colorito scuro-bluastro della cute che normalmente indica un problema di scarsa ossigenazione dei tessuti.
Perdite di sangue in gravidanza
Trovare delle perdite di sangue durante la gravidanza può rientrare nella normalità o essere un segno di allarme. Meglio chiamare il ginecologo.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza