Mentre state facendo una passeggiata con vostro figlio di tre anni, questi scende dal marciapiede e tenta di attraversare la strada. Con un guizzo lo afferrate per un braccio e lo tirate su di peso sul marciapiede, mettendolo in salvo. Ma, subito dopo, il bambino non muove più il braccio, lo tiene immobile lungo il corpo e piange se glielo si muove. Che cosa gli può essere capitato?

Uno stiramento muscolare al braccio38.9%
Una frattura del radio (una delle ossa dell'avambraccio)17.7%
Una pronazione dolorosa42.9%
Sta facendo i capricci0.5%

Totale risposte: 198. La risposta più corretta è quella evidenziata.

Il commento degli esperti di Pediatria On Line sul quiz: Trauma al braccio

L’ipotesi più probabile è che si tratti di una pronazione dolorosa del radio.

Consiste in una sublussazione (cioè parziale fuoriuscita) della testa prossimale del radio (una delle due ossa lunghe dell'avambraccio: quello dalla parte del pollice), provocata da una brusca ed improvvisa trazione o da uno strattone del braccio del paziente da parte dell'accompagnatore.

Clinicamente il bambino affetto da tale patologia presenta il braccio che pende inerte lungo il fianco, con la mano atteggiata in pronazione (girata col dorso in avanti); il piccolo rifiuta qualsiasi movimento per l'intenso dolore che può derivarne.

Il bambino va portato al pronto soccorso, dove il medico, con una manovra particolare, rimetterà a posto l'osso, con immediata risoluzione del dolore e del blocco del movimento.