ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Quale vaccino per l'allergia agli acari?

La sola presenza di allergia agli acari non giustifica l'inizio di una terapia desensibilizzante. Se è presente un disturbo di tipo asmatico allora si può intraprendere una terapia desensibilizzante.

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Qual'é il tipo di vaccinoterapia consigliabile (sublinguale, nasale o sottocutanea) per un bambino di cinque anni affetto da allergia agli acari e perché? Ho ricevuto diversi pareri dall'allergologo (a favore della somministrazione sottocutanea) e dal pediatra (pro nasale).

La prima condizione da valutare è la presenza di asma bronchiale, poiché la sola presenza di allergia non giustifica l'inizio di una terapia desensibilizzante. Se è presente un disturbo di tipo asmatico (di tipo medio o lieve) allora si può intraprendere una terapia desensibilizzante che, data l'età, è consigliabile instaurare per via orale (sublinguale). Non è consigliabile intraprendere tale terapia nei casi di asma persistente grave.

E' da escludere quella per via nasale, non usata in età infantile, mentre per la sottocutanea è preferibile aspettare il compimento dei sei anni. Lo scopo che si cerca di ottenere attraverso tale terapia è quello di ridurre la sensibilità allergica del bambino, somministrando l'allergene per una via diversa (sottocute, apparato digerente). In tal modo il sistema immunitario produce anticorpi di tipo normale (IgG) verso l'allergene e si riduce la produzione di anticorpi di tipo allergico (IgE). E' importante sapere che vanno sempre continuate le manovre di profilassi ambientale, poiché la sensibilità allergica viene ridotta, ma non scompare.

14/3/2001

3/12/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Quale vaccino per l'allergia agli acari?"

Si strofina frequentemente il naso
Strofinarsi frequentemente il naso è un tipico sintomo della rinite allergica. L'allergia respiratoria si instaura dopo rispetto all'allergia alimentare.
Allergia agli acari nei bambini
Allergia agli acari nei bambini. I sintomi e i consigli dell'esperto su cosa fare per bonificare la cameretta dagli acari della polvere.
La casa del bambino allergico
Nel bambino allergico è necessario applicare misure di prevenzione anti-acaro. Alcuni consigli su come deve essere arredata e vissuta la casa.
Allergia agli acari della polvere nei bambini
Gli acari della polvere sono causa di allergia nei bambini. I sintomi vanno dalla rinite all'asma. Cosa fare, i rimedi, la terapia e il vaccino.
Vaccinazione per asma allergica
Funziona il vaccino sub-linguale per un periodo di 3-5 anni contro l'asma allergia? Sicuramente l'allergia non guarisce, ma migliora.
Materassi al lattice per prevenire l'asma?
Materassi al lattice o fodere anti-acaro? Nessun materasso è privo di allergeni. Meglio utilizzare fodere anti-acaro.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Le crisi di collera
Le crisi di collera sono un modo impulsivo col quale il bambino esprime la rabbia. Occorre insegnargli ad esprimere il suo disagio attraverso modi appropriati.
Morso incrociato
Il morso incrociato è un'anomalia per la quale i denti superiori cadono, nel contatto occlusale, internamente rispetto agli inferiori.
Quando iniziare lo svezzamento in caso di allattamento al seno?
Iniziare lo svezzamento a sei mesi o continuare con il solo allattamento al seno? I consigli del Pediatra nutrizionista.
Fotografare un neonato con il flash
Non esiste alcuna ragione per temere effetti negativi da flash di una macchina fotografica.
La parotite
La parotite è una malattia virale, trasmessa mediante le goccioline di saliva. Il periodo di incubazione della malattia è in genere compreso fra 14 e 21 giorni.

Quiz della settimana

Che cos'è un antigene?
Una sostanza che, introdotta in un organismo, induce una risposta immunitaria
Una cellula in grado di fagocitare le particelle estranee all'organismo
Una cellula che produce le proteine necessarie alla difesa dell'organismo
Un sinonimo di anticorpo