Nel sospetto di scarlattina, qual è il test più utile per la diagnosi?

Emocoltura9.6%
Tampone faringeo62.8%
Titolo antistreptolisinico14.7%
Emocromo12.8%

Totale risposte: 156. La risposta più corretta è quella evidenziata.

Il commento degli esperti di Pediatria On Line sul quiz: Esami per scarlattina

La scarlattina è causata da ceppi di streptococchi di gruppo A produttori di esotossine pirogene A, B e C, ciascuna in grado di indurre una risposta anticorpale specifica (ciò rende ragione della possibilità che uno stesso soggetto presenti la malattia più di una volta e a diversa distanza di tempo).

Esordisce bruscamente con febbre, gola arrossata, dolore alla deglutizione; dopo 24-36 ore compaiono l’esantema tipico (microelementi a capocchia di spillo rosso-scarlatti, con inizio al bacino e alla radice delle cosce e, successivamente, al volto, con risparmio della zona periorale) e l’enantema (lingua a “lampone”).

La diagnosi si basa essenzialmente sull’esame colturale del tampone faringeo o test rapidi; retrospettivamente in base alla sieroconversione anticorpale (TAS).