Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Corioretinite

La corioretinite è un'affezione infiammatoria che interessa contemporaneamente la coroide cioè la membrana vascolare dell'occhio e la retina. Il parere dell'esperto.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

Al mio bambino di 16 mesi è stata diagnosticata una corioretinite colobomatosa all'occhio sinistro, probabilmente da virus (sono stati esclusi il citomegalovirus ed il toxoplasma). Dalle cicatrici sulla retina pare che sia comparsa al secondo mese di gestazione. È utile l'occlusione, rafforza le fibre ottiche rimaste? Questa infezione è come un focolaio? Può fare altri danni oppure no. I pareri di diversi oculisti sono contrastanti.

La corioretinite è un'affezione infiammatoria che interessa contemporaneamente la coroide (cioè la membrana vascolare dell'occhio, posta tra la retina, di cui rappresenta la parte posteriore, e la sclera, la parte della tonaca fibrosa dell'occhio, che ne ricopre il segmento posteriore e si prolunga nella cornea), e la retina. La parola coloboma indica in generale qualsiasi parte malformata o fissurata, ma il termine comunemente si attribuisce ad un difetto di sviluppo dell'occhio e delle sue parti]

Anche per me non è facile esprimere un'opinione. Esiste sicuramente un'ambliopia (incapacità di una visione con entrambi gli occhi, con conseguente soppressione dell'immagine visiva da un occhio), relativa, ovvero una pigrizia che si sovrappone alla malattia, che può e deve esser curata.

Ciò merita però un'attenta valutazione: una lesione molto estesa, che non consente lo sviluppo di un'adeguata vita di relazione (intendo non solo i rapporti con gli altri, ma anche quelli con l'ambiente), non va trattata. Per questo le dico che bisogna esser realisti e che non è possibile esprimere un parere certo senza avere nozione del caso specifico. Una cosa può chiederla al suo oculista: quali sono le possibilità di ottenere un visus utile, sopra i 2/10, nel suo caso.