Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Lavaggio nasale con soluzione fisiologica

Il lavaggio nasale con soluzione fisiologica e aspiratore rappresentano il miglior sistema per migliorare il respiro della bimba.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Poiché mia figlia di cinque mesi ha il raffreddore, mi è stato consigliato di lavarle spesso il nasino con soluzione fisiologica, al fine di togliere il muco e consentirle, quindi, di respirare bene. Vorrei sapere quale è il metodo migliore per eseguire queste irrigazioni nasali (in quale posizione devo tenere la bambina, quanta soluzione devo utilizzare, ecc.), in quanto ho sentito diverse opinioni in merito! Addirittura sembrerebbe che, se non eseguita correttamente, produca l'unico risultato di portare le secrezioni in gola, con il rischio di infiammare anche la gola. È vero?

Il lavaggio nasale con soluzione fisiologica e rimozione delle secrezioni mediante idoneo aspiratore, seguito da introduzione di un disinfettante-decongestionante nasale (ad esempio, argento proteinato 0,5%), rappresentano il miglior sistema per migliorare il respiro della bimba. Chiaramente per lavaggio si intende l'introduzione del liquido in modo da ripulire le fosse nasali dalle secrezioni stagnanti. Nell'eseguire la manovra si dovrà porre attenzione ai bruschi movimenti della testa, soprattutto in lateralità, che spesso il bambino compie per sfuggire all'"incombenza" e che potrebbero provocare piccole lesioni della mucosa nasale. Circa la deglutizione delle secrezioni non mi preoccuperei più di tanto: i timori sono infondati.

Altro su: "Lavaggio nasale con soluzione fisiologica"

Che ruolo gioca il freddo nelle malattie da raffreddamento?
Il termine "raffreddore" ha ancora senso? La sola esposizione al freddo non può causare una malattia infettiva delle prime vie aeree.