ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Quiz di pediatria

Saresti un ottimo pediatra?
Verificalo giocando con noi!

La vitamina K

Verifica la tua risposta e confrontala con quella dei "tuoi colleghi genitori"! Poi, leggi sotto il commento dei nostri esperti.

A che cosa serve la vitamina K?
Ha un'azione anti-ossidante7,7%
Aiuta l'organismo a difendersi dalle infezioni17,9%
Favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi10,3%
Ha un'azione antiemorragica64,1%

Totale risposte: 39. La risposta più corretta è quella evidenziata.

Il commento degli esperti di Pediatria On Line sul quiz: La vitamina K

La vitamina K ha una azione antiemorragica in quanto è indispensabile per la sintesi a livello del fegato di vari fattori necessari per la coagulazione del sangue (“fattori K dipendenti”).

I sintomi della carenza di vitamina K sono legati alla eventuale emorragia.

Nell’uomo la fonte più importante è costituita dai batteri che normalmente risiedono nell’intestino e che sintetizzano questa vitamina. l neonati sono particolarmente suscettibili per la mancanza dei batteri intestinali che non si sono ancora costituiti, per le scarse riserve di vitamina K di origine materna e per l’insufficiente apporto con il latte: di conseguenza si può così verificare la malattia emorragica, le cui manifestazioni cliniche più rilevanti sono il sanguinamento a carico della pelle, dello stomaco, dell’intestino e del cervello. 

L’incidenza di questa malattia è attualmente molto ridotta dalla somministrazione di vitamina K al momento della nascita.





logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"