ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Punto di vista

l'opinione del tuo amico Pediatra

Il cibo non va mai imposto ai bambini

Smettiamo di preoccuparci del cibo, mamme. In Italia nessun bambino morirà di fame. Al contrario, moltissimi bambini svilupperanno dei comportamenti nevrotici riguardo al cibo.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

Ci scrive Rosy sulla pagina Facebook di MAMMAePAPA': Non so come "convincere" il mio piccolino a mangiare. Non è una questione di inappetenza perchè i cibi che gli piacciono li mangia eccome. Il problema è gli piace solo la cotoletta di pollo, le polpette di patate e il pane (sua grande passione). Ho provato ad inserirlo in una scuola in cui c'è la mensa sperando mangiasse per imitazione ma niente. Assaggia ma mangia solo il pane. Mio marito dice che sbaglio, che dovrei mettergli davanti la stessa pasta a merenda e poi a cena, dice di affamarlo e prima o poi, nonostante abbia un carattere fortissimo capace di restare digiuno fino a cena pur di non mangiare quello che non gli piace, prima o poi dovrà cedere. Cosa devo fare??? punirlo, rimproverarlo, lasciarlo digiuno, costringerlo a mangiare? Non voglio creargli complessi da cibo!!!

Ecco il mio "Punto di vista" sulla questione: ‎"il cibo non va mai imposto, né con lusinghe né con minacce". Tieniti a questa regola fissa!!

La faccenda gira così:

  • i bambini a questa età mangiano solo se hanno fame (è una fortuna che non si ripete più nella vita: dopo noi mangiamo per gola, per compagnia, per rabbia, per consuetudine, per la tradizione... E digiuniamo per stress, per dieta, per rito, ecc..)
  • tentare di forzare questa situazione è come se ad un adulto dicessero "è ora di dormire: adesso mettiti a letto e dormi per 51 minuti"
  • in più, tutti questi tentativi rivelano un punto debole ("la mamma ci tiene tanto a questa faccenda del cibo"), che la piccola bestia feroce non mancherà di sfruttare ogni qual volta lo riterrà utile.

Che cosa fare dunque?

  • nessuna minaccia sul cibo, MAI!!
  • nessun tentativo di adulazione (mangia che sei bravo, mangia per far piacere alla mamma o a Gesù, mangia che poi andiamo al parco)
  • nessun obbligo di assaggiare o finire qualcosa,

ma...

  • fissare degli orari dei pasti e rispettarli
  • fra un pasto e l'altro, solo acqua (niente merendine, niente succhi, niente dolci, niente pane, niente di niente)

In sostanza, la logica che vorrei trasmetteste ai figli è:

  • nessuno ti obbliga, mangiare è una cosa naturale che devi gestire tu
  • non credere però di farmi girare come una trottola: se salti il pranzo ti tieni la fame fino a merenda (e così per gli altri pasti)
  • troppo comodo fare il digiunatore con la nonna che ti riempie di caramelle o fette di salame

Smettiamo di preoccuparci del cibo, mamme. In Italia nessun bambino morirà di fame. Al contrario, moltissimi bambini svilupperanno dei comportamenti nevrotici riguardo al cibo, che si porteranno appresso anche da adulti.

Parliamone! Alzi la mano che ha avuto una mamma "preoccupata" per il mangiare: come siete ora? Tutto normale o vi portate appresso qualcosa? E volete rifare lo stesso coi vostri figli? Raccontate!

7/1/2011

26/5/2014

I commenti dei lettori

Mi accordo moltissimo con il pediatra pero che ci puoi fare con una ragazza di 11 anni (con statura sviluppata) che ha bisogno di molti elementi (perche accusa dolori, alle gambe p.es.) e non mangia come si deve nel senso delle verdure o minestre di verdure? Possiamo dargliela integratori alimentari come olio di pesce o altro? Grazie in anticipo. Dorjana

Dorjana (TR) 14/01/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.
È troppo attaccata alla mamma
Il distacco dalla mamma è sempre un problema per ogni bambino. Ecco i consigli su come affrontare questo passaggio della vita.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta