ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

A scuola soffre il confronto con altri e ha paura di sbagliare

A scuola soffre il confronto con gli altri e ha paura di sbagliare. I consigli della psicologa per come rassicurare la bambina e farle superare questa fase.

a cura di: Gaia Sacchi (educatrice di scuola materna)

Vorrei proporre un problema sorto con mia figlia che ha iniziato la prima elementare: apparentemente va volentieri a scuola, si alza al mattino senza problemi però, all'uscita, è sempre sconsolata e soffre il confronto con altri, e ha paura di sbagliare. Premetto che noi non le facciamo alcuna pressione. La maestra dice che lei pretende molto da sé stessa e piange se non riesce a fare qualcosa. Come possiamo aiutarla a superare questo momento ed essere più serena? Non nascondo di essere molto confuso.

La scuola elementare rappresenta un ambiente competitivo, maggiormente rispetto alla scuola materna. Ai compiti seguono delle valutazioni, la lettura ad alta voce suscita confronti con altri compagni e il più debole, se commette degli errori, ne soffre; ragione per cui il primo impatto con la scuola elementare può essere negativo.
Questo tipo di bambino ha bisogno di essere rassicurato, evidenziando le cose che è in grado di fare e non solo quelle prettamente scolastiche. Generalmente è un bambino che tende a chiudersi, isolarsi dai compagni, perché teme di essere rifiutato, perciò un genitore può intervenire favorendo contatti frequenti cogli amici, al di fuori della scuola. Ha bisogno di essere capito e di comprendere che tutti noi abbiamo dei lati positivi e negativi, che anche mamma a volte non è in grado di..., o sa svolgere meglio di papà alcune cose. Bisogna rassicurarlo, evidenziare le sue capacità, ma mantenendosi obiettivi, perché i bambini conoscono i propri limiti e le troppe adulazioni possono essere interpretate come menzogne.

14/1/2004

25/12/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "A scuola soffre il confronto con altri e ha paura di sbagliare"

Si rifiuta di andare a scuola
A otto anni si rifiuta di andare a scuola. Come possiamo aiutarla? Come scoprire il motivo del suo rifiuto? I consigli della psicologa.
Un caso di tubercolosi a scuola
Nel caso di tubercolosi a scuola è necessario un trattamento preventivo antitubercolare a tutti i compagni.
Non siamo soddisfatti degli insegnanti
Siamo delusi dagli insegnanti di nostra figlia. Il cambiamento di scuola può compromettere il suo equilibrio? Il parere della psicologa.
Vessazioni a scuola
A scuola viene fatta oggetto di vessazioni da parte dei suoi compagni di classe. I consigli della psicologa.
Cambio scuola
Traslocheremo a metà dell'anno scolastico. Il cambio di scuola potrà esserle traumatico? I consigli della psicologa.
Bambino troppo vivace a scuola
E' fondamentale cercare con serenità di capire i veri motivi che spingono i bambini a comportarsi in modo così vivace. I consigli dello psicologo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Diarrea e vomito nei bambini
Come comportarsi in caso di vomito o diarrea nei bambini. I consigli del Pediatra.
Favismo
Il favismo è una anemia emolitica acuta dovuta in genere all'ingestione di fave o all'inalazione del polline della pianta della fava.
Il desiderio di imparare si apprende in famiglia
Il desiderio di imparare si apprende in famiglia, dall'atteggiamento di ricerca, curiosità che dimostrano gli adulti.
Allattamento al seno: sangue nel rigurgito
La presenza di sangue nel rigurgito di un neonato durante l'allattamento al seno quasi sempre deriva da ragadi o da escoriazioni del seno materno.
Nuove terapie per la fibrosi cistica
la fibrosi cistica è la più comune delle malattie genetiche gravi. Nel mondo ne sono colpite circa 100.000 persone. Le nuove terapie.

Quiz della settimana

Quando è stata introdotta la pratica della vaccinazione?
Alla fine del Settecento
Durante la prima guerra mondiale
Alla fine dell'Ottocento
Dai Cinesi nel 1500