ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Non ha il riflesso rosso

L'esame del riflesso rosso nei neonati si esegue con l'oftalmoscopio, lo strumento che permette all'oculista di esaminare la retina ed il fondo dell'occhio.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Nel corso di una visita di controllo, alla nostra bambina di circa cinque mesi non è risultato ben individuabile (bande bianche trasversali) il cosiddetto "riflesso rosso" e di conseguenza è stata suggerita una visita oculistica. Gradiremmo ricevere ulteriori informazioni.

L’esame del riflesso rosso del fondo oculare o test del riflesso rosso si esegue con l’oftalmoscopio, lo strumento che permette all’oculista di esaminare la retina e il fondo dell’occhio. L’oftalmoscopio viene tenuto a distanza di circa 30-40 cm dall’occhio del bambino e il fascio luminoso è diretto, da una posizione diagonale, sulla pupilla di ciascun occhio separatamente. Normalmente si percepisce un riflesso rossastro (analogo a quello che si vede a volte nelle fotografie eseguite con il flash) praticamente uniforme su tutto l’ambito pupillare.

Se il riflesso rosso è assente in tutto o in parte, siamo di fronte probabilmente a una cataratta (in altre parole ad una opacizzazione del cristallino, cioè di quella piccola lente, situata all'interno dell'occhio, responsabile della messa a fuoco delle immagini) oppure ad una opacità corneale (come nell’edema corneale caratteristico del glaucoma congenito, cioè di quella patologia caratterizzata da un aumento della pressione all’interno dell’occhio). Se il riflesso è biancastro (in termini medici vi è una leucocoria) si può trattare sia di una cataratta che di un distacco di retina, oppure di altre patologie comunque gravi da sottoporre ad indagini oftalmologiche approfondite.

1/7/1998

17/11/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Non ha il riflesso rosso"

La cataratta congenita
Come può una mamma accorgersi che il suo bambino ha una cataratta congenita? E' un disturbo più complesso di quanto si creda.
Occhi bianchi nelle fotografie
Se nelle fotografie i bambini escono con gli occhi bianchi è opportuno un controllo da parte dell'oculista.
Glaucoma
Una storia famigliare di glaucoma non aumenta l'incidenza della malattia negli altri componenti della famiglia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare