L'esperto risponde

i consigli dei nostri specialisti

La pappa reale

La pappa reale è un alimento ricco di vitamine di proteine e con tracce di minerali. Viene propagandata come un formidabile "ricostituente" ed ha un eccellente effetto placebo.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

La pappa reale è un alimento che si sta diffondendo largamente sia consigliato dai pediatri sia autoprescritto da mamme zelanti. Secondo la vostra esperienza è giustificabile la somministrazione della pappa reale tenendo conto dei costi/benefici? E' realmente innocua? Si può somministrare a bambini sotto l'anno di età?

La pappa reale o gelatina reale è una sostanza che le api producono, in limitatissima quantità, esclusivamente per la nutrizione e lo sviluppo dell’ape regina. Con questo alimento l’ape regina raggiunge dimensioni molto maggiori rispetto alle altre api, gode di una vita molto più lunga (cinque anni in confronto alle cinque settimane di vita media di un’ape operaia) e può dedicarsi alla sua unica e importante funzione, quella riproduttiva (ogni giorno depone all’incirca 2.000 uova).

La pappa reale è un alimento ricco di vitamine (soprattutto B6 e B5, ma anche C, A, H ed E), di proteine e con tracce di minerali (inclusi calcio e ferro). Non è tuttavia mai stata dimostrata un’azione farmacologica sugli esseri umani e il suo potere nutritivo non è diverso da quello del miele. Viene propagandata come un formidabile "ricostituente" ed ha un eccellente effetto placebo (sulla famiglia, però).

Anche il suo prezzo elevato contribuisce ad aver creato intorno al prodotto un'aura di farmaco "quasi miracoloso", buono un po’ per tutto (per il bambino stanco e svogliato, per quello che non mangia, per il bimbo che "si ammala sempre") e per tutte le età. Essendo priva di qualsiasi effetto può essere somministrata anche ai bambini sotto l’anno di vita. Recentemente però sono state segnalate gravi reazioni anafilattiche dopo l’ingestione di pappa reale in pazienti adulti, interpretabili con l’ipotesi che il prodotto fosse stato contaminato con polline o con altre sostanze in grado di scatenare una grave reazione allergica in pazienti predisposti.