Sono un papà di una bambina di 1 anno di circa 10 Kg, cui è stata diagnosticata una infezione alle vie urinarie. Nel primo esame effettuato era presente il germe Proteus mirabilis, con carica batterica totale di 200.000 colonie/cc. La bambina è stata sottoposta ad una cura di 5 iniezioni di antibiotico. Dopo 15 giorni l'esame è stato ripetuto, ma il germe era ancora presente, con carica batterica di 500.000 colonie/cc. Da quello che capisco, scusate la mia incompetenza, le iniezioni non sono servite a nulla.

Ha perfettamente ragione. Lo stesso germe è risultato presente, in quantità abbondante, anche nell'esame di controllo: ciò significa che l'antibiotico non ha ottenuto l'eradicazione (cioè la pulizia completa dal microbo). Le possibili spiegazioni sono:

  • la terapia non è stata assunta (cosa qui impossibile, visto che erano iniezioni)
  • la dose era insufficiente il germe era resistente al tipo di antibiotico impiegato.

Quest'ultima evenienza è la più probabile: in generale non possiamo mai essere sicuri dell'efficacia di un antibiotico, in quanto esiste sempre la possibilità di essere di fronte ad un germe che non risponde. Non esiste un antibiotico "buono per tutto", cioe' sicuramente attivo contro tutte le specie microbiche.

Il sistema per sapere che farmaco usare è in questo caso l'antibiogramma: insieme alla urinocoltura, il laboratorio deve provare l'efficacia sul microbo isolato di una serie di antibiotici di uso comune. In questo modo, il Pediatra ha la possibilità di scegliere quello che mostra la maggiore efficacia. Nel suo caso, ad ogni modo, la terapia va ripetuta con un altro antibiotico.

Altro su: "L'antibiotico non ha funzionato"

Antibiotico e dermatite da pannolino
La terapia antibiotica può determinare problemi intestinali e provocare la dermatite da pannolino.
Dare spesso l'antibiotico
Una mamma scrive di avere paura di avere usato troppo spesso l'antibiotico. Cosa consiglia il pediatra.
Impetigine
L'impetigine è una comune infezione della pelle, causata da germi quali lo Streptococco e lo Stafilococco.
Otiti ricorrenti: prevenzione
Se il bambino fa otiti ricorrenti, si possono applicare diversi metodi di prevenzione: antibiotici, togliere le adenoidi, mettere un drenaggio.
Lidocaina e solvente dell'antibiotico
L'idocaina è un anestetico locale ampiamente usato per le iniezioni intramuscolari di vari tipi di antibiotici.
Tonsilliti
In tre mesi ha già avuto quattro tonsilliti. È consigliabile l'intervento chirurgico? La prevenzione consiste nel somministrare antibiotici di copertura.