ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Come funziona il test di gravidanza e quando farlo

I test di gravidanza funzionano rilevando l'ormone beta HCG gonadotropina corionica umana nelle urine. Quando farlo e come valutare se è negativo.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

I test di gravidanza attuali si basano su un principio semplice: se è in corso una gravidanza (fin dalle prime settimane di gravidanza, quando l'ovulo fecondato si è impiantato nell'utero), nell'organismo materno comincia ad essere presente un ormone caratteristico, detto HCG o gonadotropina corionica umana, che viene eliminato con le urine. I test, quindi, consistono nella ricerca dell'ormone HCG nelle urine: sono in grado di identificare l'HCG da 8 a 11 giorni dopo l'ovulazione e possono essere usati fin dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni.

Sono facili da usare, molto affidabili e vengono in genere venduti in confezione da due, in modo da poter confermare il risultato dopo tre-quattro giorni dall'effettuazione del primo test. Questo può infatti risultare la prima volta negativo (soprattutto nelle donne che hanno un ciclo mestruale piuttosto lungo o che sono rimaste incinte nella seconda parte del ciclo, e non a metà dello stesso, quando solitamente avviene l'ovulazione), poiché la produzione dell'ormone HCG può ancora essere insufficiente per venire rilevata, anche se il concepimento è in realtà avvenuto.

Di solito il test di gravidanza si compone di strisce reattive su cui sono presenti anticorpi monoclonali che riconoscono la gonadotropina corionica umana: la striscia viene immersa nell'urina del mattino (che in genere è quella che contiene le concentrazioni più elevate dell'ormone) e la risposta viene fornita nel giro al massimo di una decina di minuti. Se si teme di non saper eseguire correttamente il test di gravidanza a casa, ci si può ovviamente rivolgere ad un laboratorio di analisi.

20/8/2000

13/8/2017

I commenti dei lettori

io ho scoperto oggi di essere in dolce attesa :) il mio test i gravidanza mi ha dato incinta dopo il primo giorno di gravidanza

31/03/2012

io ho fatto il test dopo 8 giorni dal concepimento ma mi ha dato negativo =( x sara ancora presto o devo riprovare a farne un altro?

sabrina (SS) 03/09/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Insonnia in gravidanza
Dal quinto mese di gravidanza in poi un po' di insonnia è normale. Che fare? I consigli dell'esperto.
Lo sviluppo motorio nel primo anno di vita
Esiste una grande variabilità nei tempi oltre che nelle modalità dello sviluppo motorio nel primo anno di vita.
Un elettrocardiogramma per tutti i neonati
Una proposta per prevenire le morti in culla.
Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Ha la fontanella pulsante
Ha la fontanella pulsante perché i capelli in corrispondenza della fontanella si alzano e si abbassano ritmicamente.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano