ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Quiz di pediatria

Saresti un ottimo pediatra?
Verificalo giocando con noi!

Cura dell'acetone

Verifica la tua risposta e confrontala con quella dei "tuoi colleghi genitori"! Poi, leggi sotto il commento dei nostri esperti.

Come si cura l'acetone?
Con una dieta ricca di grassi1,5%
Con l’assunzione di bevande zuccherate65,2%
Con l’assunzione di acqua in grande quantità28,8%
Con il digiuno per sei ore di seguito4,5%

Totale risposte: 66. La risposta più corretta è quella evidenziata.

Il commento degli esperti di Pediatria On Line sul quiz: Cura dell'acetone

L'acetone è una delle sostanze (i corpi chetonici) che si formano dalla trasformazione dei grassi.
Viene particolarmente prodotto quando, in alcune circostanze (digiuno prolungato, febbre, gastroenterite) il bambino, dopo aver bruciato tutti gli zuccheri a disposizione dell’organismo, inizia ad adoperare i grassi come fonte di energia alternativa ai carboidrati. In altre parole, costituisce una fonte di energia "di riserva" quando l'organismo è a corto di zuccheri.

La terapia di questo transitorio disturbo del metabolismo consiste semplicemente nell’offrire al bambino bevande zuccherate (the, spremute, succhi di frutta, Coca Cola) da somministrare a piccoli sorsi in caso di vomito. In questa maniera si reintegrano le sue scorte di energia e si supera la fase critica.
Per le stesse ragioni, quando l'acetone è alto vanno evitati i cibi grassi, che ovviamente non farebbero che peggiorare la situazione.





logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"