ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Partners

aziende utili

Come comportarsi in caso di tosse catarrale

Il rimedio più importante in caso di tosse catarrale è l'idratazione delle mucose perchè si facilita la fluidificazione delle secrezioni respiratorie.

Il rimedio più importante è l’idratazione delle mucose: si facilita la fluidificazione delle secrezioni respiratorie e la conseguente loro eliminazione facendo bere il bambino in abbondanza e frequentemente, proponendogli acqua e succhi di frutta, ma anche bevande calde come latte con il miele, thè zuccherato, brodo.

Molto valida risulta l’umidificazione dell’aria allo scopo di mantenere un’adeguata concentrazione di umidità degli ambienti dove soggiorna il bambino, (n particolare nella sua cameretta) attraverso l’uso di umidificatori elettrici oppure stando attenti a conservare le vaschette dei termosifoni sempre rifornite di acqua.

Va evitato, inoltre, che la temperatura della casa raggiunga valori eccessivamente elevati come spesso capita, soprattutto negli appartamenti condominiali, quando i caloriferi scaldano al massimo.

Utile può essere mettere due o tre cuscini sotto la testa del bambino, per ridurre lo scolo retronasale del catarro, che stimola il riflesso della tosse soprattutto quando il bambino dorme.

6/11/2012

12/4/2016