ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Blocco di branca destro

Il blocco di branca destro (BBDx) è una anomalia della conduzione dell'impulso elettrico all'interno dei ventricoli. Non implica nessuna cura e non determina alcun problema.

a cura di: Dott. Massimo Chessa (cardiologo)

Alla mia bambina è stato casualmente riscontrato un blocco di branca destra. Di che cosa si tratta? Perché viene? Occorre fare dei controlli periodici nel tempo o, una volta diagnosticato, non occorre più preoccuparsi? Dovrà avere una limitazione della sua attività fisica o potrà fare qualsiasi sport?

Il blocco di branca destro (BBDx) è una anomalia della conduzione dell'impulso elettrico all'interno dei ventricoli. Il cuore è costituito da quattro camere, due superiori che si chiamano atri e due inferiori che si chiamano ventricoli. L’attività elettrica del cuore nasce nell'atrio di destra e si trasmette ai ventricoli attraverso un "binario" che ha una prima stazione di smistamento tra gli atri e i ventricoli e che poi prosegue nei ventricoli stessi, biforcandosi in due tronconi di cui uno va a destra e uno va a sinistra.

Nel caso del BBDx vi è come un piccolo ostacolo all'origine del troncone di destra che rallenta il flusso del treno di impulsi elettrici che attivano il cuore.

Il BBDx non è di per sé stesso una malattia e pertanto non implica nessuna cura e non determina alcun problema. In genere è un frequente riscontro elettrocardiografico presente nella popolazione normale. L'unica precauzione è escludere che il BBDx sia parte di un problema cardiaco più importante come ad esempio un difetto del setto interatriale.

Pertanto il medico che ha fatto questa diagnosi dovrebbe anche aver fatto un ecocardiogramma che, se negativo, le permetterebbe di rasserenarsi e vivere una vita tranquilla come quella che può e deve fare la sua bambina.

6/7/2000

19/7/2013

I commenti dei lettori

Ciao mi chiamo Priscilla ho 21 hanni e ho la Sindrome di Brugada trattata con ICD, uguale anche mia sorella, uguale anche mio fratello, uguale anche mio padre, uguale anche la mia nipotina di 10 anni (pattern di Brugada tipo 1 !) figlia di mia sorella già citata sopra e un cugino morto di Brugada, ho due nipotini SOTTO I 10 ANNI cui è stato riscontratto con un ECG con febbre a 38.5° questo BBDX blocco di branca destro. penso che essendo un'anomalia dell'impulso elettrico sia associata o l'inizio della Sindrome di Brugada, gli studi devono andare avanti.

priscilla (GR) 13/02/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare