ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Uso del marsupio nel neonato

Il marsupio può essere usato già dalle prime settimane di vita. La posizione del piccolo nel marsupio infatti non provoca alcun danno alla sua spina dorsale.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Sono diventata mamma da un mese e, fra i tanti regali, ho ricevuto un marsupio. Ho sentito però pareri discordanti sul suo uso: secondo alcuni danneggerebbe la schiena del piccolo. Cosa mi può dire sull'argomento?

Il marsupio può essere usato già dalle prime settimane di vita. La posizione del piccolo nel marsupio infatti non provoca alcun danno alla sua spina dorsale né è in grado di deformarla poiché la muscolatura del lattante, essendo flessibile ed elastica, è in grado di assumere qualsiasi atteggiamento.

Il bambino non possiede ancora un completo controllo dei suoi muscoli per cui non riesce a reggere a lungo una posizione che per lui sia particolarmente scomoda, come ad esempio restare seduto diritto, poiché richiede un notevole impegno della muscolatura. Nel marsupio invece la schiena del bambino viene sostenuta senza essere sottoposta a sforzi, con in più il vantaggio per il piccolo di stare a stretto contatto con la mamma e di essere cullato, come nella vita intrauterina, dal movimento del camminare.

L'appoggiatesta di cui sono dotati tutti i marsupi ha inoltre la funzione di sostenere il capo riparandolo da eventuali colpi. È consigliabile fin verso il quarto - quinto mese di vita trasportare il bambino con la faccia rivolta verso di noi, in modo che il pancino appoggi sul corpo del genitore e la testina sia all'altezza del petto; in questa maniera è più facile intervenire in caso di rigurgiti o di altri problemi. Quando poi il bimbo sarà più grandicello e più curioso del mondo che lo circonda, si potrà portarlo a spasso girato verso l'esterno, cioè con il viso rivolto verso la strada.

1/1/1997

31/7/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ha paura dei tuoni
Mio figlio di due anni ha paura dei tuoni e dei forti rumori. E allora cosa fare con un bimbo pauroso? I consigli dello psicologo.
Rimane attaccata al seno anche un'ora
Ad ogni poppata rimane attaccata al seno anche un'ora. E fa 3 o 4 pasti di notte. Le regole per un buon attacco al seno.
Speciale: Le cause del mal di gola
Il mal di gola si accompagna spesso ai cambiamenti climatici tipici del periodo autunnale. Nella maggior parte dei casi, in età pediatrica è provocato da virus.
Il biscotto nel latte?
E' consigliabile aumentare la quantità di latte piuttosto che mettere il biscotto nel latte. L'introduzione del biscotto è consigliabile dal 4° mese.
La toxoplasmosi in gravidanza: il gatto o il cane in casa danno problemi? Che prevenzione attuare?
La toxoplasmosi può essere presa dal gatto o dal cane? I consigli da seguire durante la gravidanza e la prevenzione da seguire nell'alimentazione.

Quiz della settimana

Quale tra le seguenti è una controindicazione all'allattamento materno?
La miopia
La prematurità
L'infezione da virus HIV (quello che provoca l'AIDS)
L'ittero da latte materno