ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Eczema atopico infetto

L'eczema atopico infetto è una malattia molto frequente nei bambini. Non è una malattia contagiosa ed è una complicazione della dermatite atopica. Le cure e la terapia.

a cura di: Dott. Mario Cutrone (dermatologo)

Eczema, infezioni ed herpes Mia figlia di tre anni e mezzo è in cura da un dermatologo per un eczema atopico infetto. La stiamo curando con [nome farmaco: crema a base di antibiotico e cortisonico] mescolato ad una crema al latte di avena e saponi speciali. Poichè il dermatologo ha richiesto accertamenti su mio marito che soffre di herpes simplex (arrivato dopo un primo episodio piuttosto violento di Zoster), vorrei sapere se c'è qualche relazione e se devo prendere qualche precauzione ed eventualmente quale.

L'eczema atopico (altrimenti detto dermatite atopica o eczema costituzionale) è una malattia molto frequente (rappresenta il motivo di visita più comune negli ambulatori di dermatologia pediatrica ). Come dice il nome, è "costituzionale" e non è quindi contagiosa. Nessuna responsabilità quindi dell'herpes di suo marito nella comparsa di questa patologia nel bambino, che è invece in qualche modo parte del suo corredo genetico. La diagnosi di "eczema atopico infetto" fa pensare che il dermatologo abbia riscontrato la più frequente delle complicazioni della dermatite atopica, cioè l'infezione stafilococcica. In questo caso, e se sono presenti i segni clinici dell' infezione (essudazione, aumento dell'"arrossamento", rapida estensione dell' eczema, peggioramento del prurito), la terapia andrebbe però a mio parere completata con un antibiotico da assumere per via generale (ad esempio, eritromicina granulare 50 mg/Kg al di da suddividere in tre somministrazioni per 10 giorni).

Il farmaco in crema usato (o altro cortisonico ad uso locale di potenza equivalente) rimane ovviamente utile e necessario per tenere sotto controllo le manifestazioni eczematose (anche nei momenti in cui non c'è infezione). Gli altri pilastri della terapia dell'eczema atopico sono le norme igieniche (evitare i fattori irritanti come lana, acrilico, eccesso di sudorazione, detergenti aggressivi) ed eventualmente l'uso di antistamico per bocca nei momenti di maggior sintomatologia soggettiva (prurito), che normalmente corrispondono a primavera ed estate. Per quanto riguarda il collegamento con l'herpes e gli accertamenti richiesti a suo marito, è pensabile che una pelle poco integra (eczematosa) faccia meno bene il suo compito di "barriera" contro gli aggressori esterni e che quindi il bambino divenga più aggredibile dai vari agenti infettivi: virus (come ad es. l' herpes simplex e varicella zoster, e forse anche quelli responsabili delle verruche), batteri (come il già citato stafilococco e il famigerato sterptococco).

Anche se si discute se i bambini con dermatite atopica siano veramente più soggetti a queste infezioni, la precauzione migliore sarà quindi quella di "curare" meglio possibile l'eczema atopico nella fiduciosa attesa della sua risoluzione spontanea, che avviene nella stragrande maggioranza dei casi.

1/1/1998

13/4/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Le cause della tosse
Solitamente la tosse è dovuta a un'infezione, per lo più virale, in genere destinata a risolversi spontaneamente.
Nausea e vomito in gravidanza
La nausea accompagnata da conati di vomito o, più raramente, da vomito vero e proprio, è spesso il primo segno della gravidanza.
Brainstorming in famiglia
Il brainstorming è un modo intelligente e originale per stare insieme e trovare nuove idee e soluzioni.
Cammina spesso sulla punta dei piedi
Camminare in punta di piedi è da considerarsi normale nel periodo che va da uno a due anni compiuti.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita